Fabbrica di Wojtyla, al San Carluccio di Napoli, con “Prova d’Attore” l’affermazione di un Teatro Assoluto

Il pubblico napoletano al Sancarluccio ha suggellato l’affermazione di Fabbrica Wojtlyla in “Prova d’attore” inconorando i suoi giovanissimi attori Mario Bilardi, Francesco Maienza, Dafne Rapuano, Valentina Rossi, Ivan Santinelli, Luigi Smimmo come i nuovi interpreti di un Teatro Assoluto.

Il magnifico lavoro comico di Patrizio Ranieri Ciu infatti, nel rispetto della autentica comicità che va dai freschi nosense di Scarpetta e Totò alle metafore pungenti di Eduardo e Troisi, dimostra come “solo morir dal ridere” può far capire la sudditanza totale dell’arte alla comunicazione di massa e quindi l’attuale caduta di stile di una cultura ormai assoggettata ai principi economici mentre propone allo spirito del singolo spettatore la libera circolazione dei principi assoluti che distinguono gli uomini dalle bestie. #onemore.

Loading...