Fai da te: come utilizzare le canaline per ottimizzare la disposizione dei cavi

canaline per ottimizzare la disposizione dei cavi

I cavi a vista possono compromettere in maniera irrimediabile l’estetica degli ambienti: pendenti, disordinati e spesso spiegazzati, finiscono per infondere ai vani un senso di profondo disordine; senza contare che, quando si tratta di soggiorni o luoghi nei quali non si possa fare a meno di apparecchiature elettroniche, il problema finisce per ingigantirsi.

Quello del disordine, infatti, non è l’unica complicazione derivante dai fili a vista: lasciare i cavetti liberi sul pavimento, lungo le pareti o accatastati in un angolo della stanza, può mettere a rischio l’incolumità di chi, camminando, potrebbe inavvertitamente inciamparvi. Per non parlare del fattore sicurezza: un cavetto calpestato o lesionato può compromettere la stabilità delle apparecchiature ad esso collegate creando, talvolta, anche un corto circuito.

Cavi a vista: problemi e soluzioni

Per risolvere il problema dei cavetti a vista, oggi esistono numerose soluzioni fai da te, che aiutano a rendere l’ambiente più bello e più vivibile. Infatti, se nascondere i fili dietro mobili o divani potrebbe apparire ad alcuni come una soluzione interessante, è bene sottolineare che questa accortezza non tutela in alcun modo i cavi da possibili incidenti domestici.

Per sopperire a questo problema, non resta quindi che affidarsi a una canalina, un sistema tubolare concepito da un’anima cava e una forma longitudinale, che nasconde il fili alla vista e li protegge da eventuali danni. Le canaline possono assolvere alle numerose situazioni e adattarsi a ogni genere di arredo: proprio per questo sono progettate con forme e materiali differenti, da selezionare in base all’estetica dell’ambiente.

Le canaline: materiali e forme

Le canaline aiutano a preservare gli arredi, donando ai locali un aspetto esteticamente più ordinato. Le idee più facilmente adattabili agli ambienti domestici o in aree di rappresentanza sono realizzate in PVC o in altri prodotti plastici, ma esistono canaline anche in materiali differenti, come quelle in alluminio, in metalli vari, in acciaio inossidabile e in acciaio zincato.

Oltre a proteggere i fili lungo tutto il loro percorso longitudinale, alcune canaline possono aprirsi consentendo di ispezionare i cavi in qualsiasi momento; spesso sono adesive, quindi collocabili facilmente sui mobili o lungo le pareti, e grazie alla loro resistenza agli urti, alle fiamme e ai danni di tipo ambientale, possono trovare spazio anche in officine o luoghi soggetti al passaggio incessante.

Le canaline per cavi a pavimento

Tra le proposte più durevoli, tra quelle selezionate dagli amanti del fai da te, ci sono le canaline per cavi a pavimento autoadesive. Questi modelli, infatti, grazie alla loro struttura, hanno dimostrato di essere un valido alleato in tutte quelle situazioni in cui non sia possibile prevedere il passaggio di cavi, se non sulla superficie libera della pavimentazione, resistendo perfettamente alle sollecitazioni derivanti dal normale calpestio. A renderle così robuste è un’anima cava con guida interna, oltre a un coperchio, in genere costituito in alluminio, che custodisce e protegge l’intera struttura.

Canaline e battiscopa

L’idea più compatta per proteggere e nascondere i fili elettrici è il battiscopa passacavi, una canalina dalla forma piuttosto sottile, che ben si adatta a instradare i cavetti in aree in cui l’eleganza è un aspetto importantissimo, come gli interni di abitazioni, di alberghi o di aree commerciali.

Questi modelli assolvono con successo alla loro funzione anche quando si tratta di trovare una soluzione al problema dei cavi in aree sottoposte a ristrutturazione; sono adatte sia per circuiti a bassa e alta potenza e possono essere installate facilmente grazie alla base perforata; inoltre, con le loro dimensioni slim, si affiancano perfettamente al battiscopa, dove i pezzi, concepiti in linea e ad angolo, accompagnano con successo il percorso dei fili.

Canaline a spirale

Per risolvere i problemi più comuni di cavi a vista, si può optare per una canalina passacavi ad anelli. Flessibile e curata nei dettagli, nasce per accogliere i cavi in una spirale che li protegge da ogni genere di danno. Può essere autoadesiva ed è particolarmente adatta alle operazioni di fai da te, soprattutto quando si tratta di fili che pendono dalle pareti o dai bordi di una scrivania.