“Femminopatie. Il ritorno”, venerdì 2 febbraio in scena al Teatro Jovinelli di Caiazzo

HONDALIVETOUR
SANCARLO50-700
glp-auto-700x150
previous arrow
next arrow

Si terrà venerdì 2 febbraio 2024 alle ore 20.00, presso il teatro Jovinelli di Palazzo Mazziotti a Caiazzo, il quarto spettacolo della Stagione Teatrale 2023/2024 “Teatro Jovinelli”, la sesta promossa dall’APS Pro Loco Caiazzo “Nino Marcuccio”, per la direzione artistica di Enzo Varone e con il patrocinio del comune di Caiazzo.

Lo spettacolo si intitola “Femminopatie. Il ritorno”. Interpreti di questa performance teatrale incentrata sulla Donna sono Antonia Oliva, Claudia Buono, Fulvia Castellano, Giovanna Maiello, Rosalisa Di Micco, Valeria De Biasio, per la regia di Vittoria Sinagoga.

Terrazza Leuciana
Terrazza Leuciana
previous arrow
next arrow

“Femminopatie” parla di donne nelle loro varie sfaccettature e delle possibili vessazioni cui sono soggette. Il titolo potrebbe far pensare a uno sciorinare di accuse contro il “maschio” ma lo spettacolo dà voce anche alle donne che non si amano e che si appoggiano fiduciosamente ad una controparte che, la maggior parte delle volte, bada solo ai fatti propri. Si parla della donna senza figli, di utero in affitto, di quante donne cercano di far quadrare casa-lavoro-famiglia. Si narra di una mamma che per ritrovare le chiavi di casa ripercorre un’intera giornata di sbattimenti; di chi ha problemi di identità sessuale: il racconto di una transgender che, come molte altre, è costretta a prostituirsi per racimolare i soldi per poter rientrare nella propria identità sessuale.

Il filo conduttore delle narrazioni è la musica dal vivo, con gli arrangiamenti musicali di Paolo Mauriello, Alessio Ianniello, Roberto Vigliotti, Umberto Iannotta, vocalist Simona Cotarella e Valeria De Biasio. Quello che tra le righe, questa performance esprime, è il cercare di far comprendere che esiste la diversità di genere e che tutte hanno diritto al rispetto in quanto “persone” e non “oggetti”. Si tratta di una proposta per dire “no” alle violenze, alle prevaricazioni, e che lascia uno spiraglio alla fiducia con “un piccolo contributo attraverso il teatro… perché forse, se ci conosci, non ci uccidi”.

Per maggiori informazioni e prenotazioni dei biglietti è possibile contattare l’associazione APS Pro Loco Caiazzo “Nino Marcuccio” telefonicamente al numero 0823.862761, via mail all’indirizzo caiazzoproloco@gmail.com, o recandosi personalmente in sede, in piazza Santo Stefano Menecillo, n. 1. L’associazione invita a seguire le attività che organizza consultando il sito www.caiazzoproloco.net e la pagina Facebook Pro Loco Caiazzo.