Fenomeno delle Alghe Rosse a Baia Felice e Baia Domizia, Baia Felix: “Urge trovare la causa”

Immagine di repertorio

Sabato 6 agosto l’associazione Baia Felix in occasione di un incontro tra i soci del suo Direttivo ha affrontato il tema dell’emergenza Alghe Rosse sul litorale che è oramai presente da oltre 50 giorni.

Presenti alla riunione i componenti del direttivo Giampaolo Irene, Gennaro Guida, Vincenzo De Simone, Antonio Savarese, Massimo Macri, Antonio Perrone, Antonio Flavio Pannone, alcuni associati e l’avvocato Antonio Fusco che ha dato la propria disponibilità ad affrontare ove necessario un percorso di supporto e consulenza legale al  gruppo e soprattutto alla tutela del territorio di Baia Felice.

L’avvocato Fusco aveva già di sua iniziativa aveva inviato un esposto agli organi preposti al controllo e alla salvaguardia dell’area balneabile, informandoci  che l’ARPAC, quale ente competente, aveva effettuato, in data 20.07.22, un attività di monitoraggio e di accertamento dei parametri microbiologici cui è interessato il nostro tratto di mare.
L’ente aveva riscontrato che trattasi di fenomeni naturali attribuibili a fonti di inquinamento antropico ( causati dall’uomo n.d.r) , che si accentuano, nostro malgrado, con le temperature alte.

Baia Felix ha intenzione di provare la strada del coinvolgimento della Universita’  e/o di un laboratorio  riconosciuto dagli enti pubblici per uno studio interdisciplinare delle analisi delle acque dei torrenti partendo dal Torrente Trimoletto e le cause che provocano il fenomeno delle alghe rosse e delle acque torbide ( probabilmente i Fertilizzanti, gli scarichi abusivi del pantano, le acque bianche dei caseifici, e i reflui depurati)
Nel frattempo si provvederà tramite il Supporto dell’Avv Fusco della Richiesta urgente all’Arpac dell’analisi delle acque del Torrente Trimoletto.

Iscriviti on line all’associazione www.baiafelix.it/registrazione/