Fermato l’assassino dell’imprenditore casertano ucciso a Modena

San Cipriano d’Aversa (Caserta) – E’ stato fermato dagli uomini della squadra mobile di Modena al termine di indagini rapide ed efficaci il presunto assassino di Raffaele Cavaliere, il 67enne imprenditore originario di San Cipriano d’Aversa trovato morto nella sua auto nella notte tra martedì e mercoledì.

E’ apparso chiaro sin da subito che si trattava di un omicidio: il corpo dell’uomo, riverso sui sedili posteriori dell’auto, era stato trafitto da decine di coltellate al collo, alle braccia e al petto. La sua auto è stata ritrovata, grazie al segnale gps, in un’area di sosta nei pressi di Castefranco Emilia, a pochi chilometri da Modena, dove l’uomo era residente da diversi anni. A far scattare le ricerche l’allarme lanciato dal figlio, che non lo aveva visto rientrare e non riusciva a contattarlo al cellulare.

Come riporta la Gazzetta di Modena, inizialmente gli inquirenti avrebbero pensato, anche a causa delle modalità con le quali l’uomo è stato assassinato, ad un regolamento di conti legato a qualche affare illegale, poi hanno dovuto ricredersi dopo aver verificato che l’imprenditore casertano, che lavorava nel campo dell’edilizia, era incensurato e soprattutto una brava persona. Così hanno seguito la pista, poi rivelatasi giusta, di un delitto consumato per dissidi sorti in ambito lavorativo. Il probabile assassino di Cavaliere è stato arrestato nella notte, a 24 ore di distanza dal ritrovamento della salma. Sarebbe uno stretto collaboratore dell’imprenditore casertano.