Ferrara cedera’ il titolo di A2 alla Juvecaserta? La voce rimbalza dall’Emilia alla Campania

Tifosi Juvecaserta

Caserta – A2 o B? Dopo aver avuto rassicurazioni sul futuro della nuova Juvecaserta nella conferenza stampa organizzata in Provincia di Caserta lo scorso 19 gennaio, i tifosi bianconeri si chiedono da quale categoria ripartirà il nuovo sodalizio bianconero. L’amministratore unico Antonello Nevola in quell’occasione parlò di una certezza, l’acquisizione del titolo della Dynamic Venafro che lotta per salvarsi in serie B, e di una possibilità, quella di un eventuale scambio di titoli nella prossima stagione: Caserta potrebbe infatti cedere il titolo in serie B (acquistato proprio dal club molisano) ricevendone in cambio un altro che consentirebbe ai bianconeri di disputare la seconda serie.

Non si parlò di alcuna società in particolare, ma negli ultimi giorni si sono fatte insistenti le voci di contatti tra la nuova società di Pezza delle Noci (la squadra giocherà al Palamaggiò e utilizzerà il marchio Juvecaserta ceduto gratuitamente da Iavazzi) e il Kleb Basket Ferrara, società emiliana che milita in A2 ed è attualmente a metà classifica. La squadra estense, protagonista di epici scontri con i bianconeri ai tempi dell’A2, vive un momento particolarmente delicato dal punto di vista societario: la stagione in corso non è a rischio ma il club guidato dal presidente Fabio Bulgarelli è oggetto di critiche da parte di una frangia di tifosi ed è in cerca di nuovi partner per garantire l’attività sportiva anche nella prossima annata. Nessuno però per il momento si è fatto avanti per garantire risorse al club della città emiliana e così la società, qualora non ci fossero novità rilevanti nei prossimi tre mesi, potrebbe prendere seriamente in considerazione l’ipotesi di cedere il titolo di A2 e ripartire da una più “economica” B.

In un articolo apparso sul quotidiano La Nuova Ferrara, il presidente Bulgarelli, interrogato proprio su un eventuale cessione del titolo a Caserta, ha ammesso le difficoltà economiche di cui abbiamo appena parlato ed ha lasciato aperto uno spiraglio rispetto a questa ipotesi, senza tuttavia escludere l’inserimento di altre società. Bulgarelli, nell’articolo citato, ha affermato che al momento non c’è stato alcun contatto ufficiale con i bianconeri per l’acquisto del titolo, ma allo stesso tempo ha confessato che la voce potrebbe rappresentare “un modo per aprire una strada”.

La priorità di Bulgarelli è quella di salvare il basket a Ferrara e per fare ciò è pronto a considerare qualsiasi soluzione: una situazione simile a quella vissuta più volte a Caserta e che ha poi portato alla dolorosa scomparsa del club bianconero, pronto ora a rinascere dalle sue ceneri.

I tifosi casertani hanno piena fiducia nella figura di Nevola e in quella del presidente onorario Gianfranco Maggiò ed attendono ora eventuali sviluppi che potrebbero arrivare nei prossimi mesi. Intanto a breve (nella conferenza stampa in Provincia si era parlato proprio del 31 gennaio come data possibile) dovrebbero uscire allo scoperto gli imprenditori che si sono impegnati per dar vita al nuovo progetto bianconero e che fino ad oggi hanno scelto di rimanere nell’anonimato.