Ferzan Ozpetek a Caserta, ospite del terzo incontro di Maestri alla Reggia

Anna Bonaiuto e Ferzan Ozpetek

Reggia di Caserta – Le parole risuonano del fascino della monumentalità. L’eco del passato, lo splendore immortale emanato dalla storia: un’intima danza, nel silenzio dell’animo, coinvolto ed avvolto dalla magia che una simile atmosfera non può non suscitare. Tale clima incantevole è stato garantito dalla solennità della Cappella Palatina che ha ospitato il terzo incontro dell’iniziativa “Maestri alla Reggia”, che consente, in un luogo senza tempo, una perfetta fusione tra cultura ed arte, messa in atto ieri pomeriggio dall’interessante dialogo tra il regista, sceneggiatore e scrittore turco, Ferzan Ozpetek e Alessandra de Luca, rivolto ad un pubblico mai così vario e vasto.

L’incontro, preceduto da un breve video riguardo lo scorso appuntamento con Paolo Virzì e Francesco Piccolo, è iniziato con qualche minuto di ritardo, nonostante Ferzan fosse già da qualche ora nella nostra splendida Reggia, intento però a visitarla minuziosamente.

Sulle note del tango da “Saturno Contro“ il regista fa il suo ingresso, accompagnato da un caloroso applauso e dalle ammirevoli parole dell’organizzatrice dell’evento.

All’iniziale domanda riguardo cosa bolle in pentola, Ferzan fa riferimento alla sua attività presso il Teatro San Carlo di Napoli, in particolare al suo impegno nell’opera “Madame Butterfly“; segue il racconto della nascita del suo amore per il cinema, condito di aneddoti circa il suo rapporto con il padre e la madre, nonché l’incontro e l’amicizia con Massimo Troisi.

Anna Bonaiuto, ospite a sorpresa

Il talk show è intervallato ogni tanto dalla proiezione delle prime clip tratte dai film scelti dall’ospite: “Umberto D.” , diretto da Vittorio de Sica, il trailer di “Gold War“, in uscita il 20 dicembre, nonché quattro film diretti da Ozpetek: “Saturno Contro“, “Napoli Velata“, soffermandosi sull’interpretazione del film stesso e sulla città che ne ha fatto da musa, il “Segno di Venere“, nella scena di Franca Valeri ed infine “Cuore Sacro“.

Ha fatto seguito l’arrivo di un’ospite a sorpresa: un’ attrice di spicco del film “Napoli Velata”, Anna Bonaiuto, con la quale, in seguito a qualche domanda da parte del pubblico, termina quest’incontro, reso coinvolgente ed appassionante dalla grande umiltà e professionalità di Ferzan Ozpetek, i cuoi occhi brillano al ricordo dei successi ed insuccessi, propri del luminoso mondo, tanto amato da un cuore semplice che conosce il potere delle parole.