Festa del Donatore di sangue, domenica 10 luglio torna a Santa Maria Capua Vetere la celebrazione

C’è bisogno di sangue, l’appello dell’Avis di Santa Maria Capua Vetere

Dopo tre anni di stop dovuta all’emergenza pandemica torna la manifestazione che negli oltre trent’anni di storia della Sezione Comunale Avis sammaritana ha sempre richiamato nella Città dell’Anfiteatro delegazioni avisine da ogni parte della Penisola.

A precedere la Festa sarà la cerimonia di gemellaggio con le consorelle di Santa Marinella e Falcone che si svolgerà sabato 9 luglio alle ore 18,00 presso il Museo dell’Antica Capua. Il patto di amicizia e collaborazione reciproca tra il sodalizio avisino sammaritano, quello della località balneare laziale e quello del comune siciliano verrà siglato alla presenza delle massime cariche delle tre città dai presidenti delle Avis.

Si allarga in numero dei sodalizi avisini con i quali è gemellata la consorella sammaritana. Santa Marinella e Falcone si andranno ad aggiungere a Pontinia, Latina, Terracina, Sezze, Sarzana, Nocera Inferiore, Sant’Anastasia, Pastena, Recanati, Arrone, Capranica ed Agropoli.

La Festa del Donatore domenica 10 luglio comincerà alle 8,30 presso la Villa Comunale con l’accoglienza delle delegazioni avisine e dei donatori di sangue partecipanti mentre alle 10,00 partirà il corteo che percorrerà Corso De Carolis e Corso Garibaldi per giungerà in Piazza Mazzini dove avverrà la deposizione di una corona di fiori davanti al monumento dei donatori di sangue.

Alle 11,30 sarà celebrata la Santa Messa nel Duomo cittadino. La Festa si concluderà con il pranzo conviviale presso il Ristorante Russo Center di Pastorano.