Per il 172° anniversario della Polizia di Stato, la Questura di Caserta lancia lo spot “Un bacio si dà in due”

Per il 172° anniversario della Polizia di Stato, la Questura lancia lo spot
Il Questore Andrea Grassi durante il discorso sugli ultimi mesi di attività della Polizia di Stato
HONDALIVETOUR
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Festa della Polizia la cerimonia alla Caserma Mignogna

Nel primo trimestre di quest’anno si è registrata una diminuzione del circa 3% dei reati commessi, a fronte dell’aumento del 34% di arresti

Le celebrazioni per l’Anniversario del 172° Anniversario dalla fondazione della Polizia di Stato hanno avuto inizio con la deposizione, da parte del Prefetto e del Questore, di una corona d’alloro presso la lapide commemorativa delle donne e degli uomini della Polizia di Stato caduti nell’adempimento del dovere, all’interno del cortile della Questura di Caserta.

Successivamente, presso la Caserma “Mignogna”, sede della Scuola Allievi Agenti, alla presenza delle autorità civili, politiche, religiose e militari della provincia, è stato dato avvio alle celebrazioni dell’Anniversario.

glp-auto-336x280
lisandro

Per l’occasione la Questura di Caserta ha lanciato lo spot di un corto, in fase di realizzazione, dal titolo “Un bacio si dà in due, uno schiaffo no”, realizzato in collaborazione tra la Questura e l’associazione “Ali della Mente – Fabbrica Wojtyla“, sul tema del contrasto alla violenza di genere.

Il progetto, realizzato su un soggetto scritto dal Questore, Andrea Grassi, contiene una sfida culturale che può partire dalla città, in cui ciascuna categoria professionale, rappresentante di ogni settore lavorativo e sociale può realizzare una propria versione dello spot, per contribuire a ridurre un gap tra progresso tecnologico e progresso umano.

Dopo la lettura dei messaggi augurali del Presidente della Repubblica, del Ministro dell’Interno e del Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, il Questore, ringraziando le donne e gli uomini dell’Istituzione, ha riepilogato gli ultimi mesi di attività della Polizia di Stato, plaudendo agli incoraggianti dati.

Nel primo trimestre di quest’anno, rispetto allo stesso periodo del 2023, si è registrata una diminuzione del circa 3% dei reati commessi, a fronte dell’aumento del 34% di arresti. Sono aumentati del 10% i reati denunciati, che denota una maggiore fiducia nelle Forze di Polizia.

Il Questore ha sottolineato come la missione affidata al poliziotto, da realizzare con impegno e passione, nel rispetto del motto “Esserci sempre“, ha bisogno della collaborazione di tutti, del sostegno e della critica, per meglio interpretare le dinamiche e le istanze del territorio.

Un ringraziamento particolare è stato dedicato ai docenti e ai giovani artisti dell’Istituto “Terra di Lavoro”, che hanno eseguito i brani di accompagnamento alla cerimonia, tra cui “Gabriel’s oboe” di Ennio Morricone, per sottolineare il concetto di “missione”, e l‘Inno d’Italia.

Al termine, sono stati consegnati al personale della Polizia di Stato, distintosi per particolare merito di servizio, gli attestati di promozione per merito straordinario alla qualifica superiore.

di seguito alcuni scatti della cerimonia e tutti gli agenti premiati