Festival Laudato Sì, fiume di persone al Macrico per la “prima” con il Cardinale Zuppi

SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Buona la prima per l’avvio del Festival “Laudato sì” all’interno dell’area Ex Macrico

La prima delle 9 giornate di festival, dal 27 settembre al 4 ottobre, pensato dall’Istituto Diocesano per il Sostentamento Clero e patrocinato dal Comune di Caserta, è stata un vero successo.

Si stimano oltre 1000 persone presenti per l’arrivo del Cardinale Matteo Zuppi  Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, Arcivescovo di Bologna.

glp-auto-336x280
lisandro

Con lui erano presenti anche il Vescovo di Caserta, S. E. Mons. Pietro Lagnese, il Sindaco di Caserta, Carlo Marino, e le Autorità Civili e Militari della Città di Caserta.

Le parole del Sindaco Marino: “Il Campo “Laudato sì” rappresenta una grande opportunità di sviluppo per Caserta, un progetto di rigenerazione urbana di livello internazionale, un parco verde per l’ecologia integrale e un polo sociale e culturale.

La Città e il Comune sono coinvolti in un percorso di progettazione collaborativa con la Diocesi di Caserta, nell’ottica di una pianificazione strategica della città che prevede connessioni integrate tra il Campo “Laudato sì” e la governance della città, a partire dal turismo e la cultura del territorio, fino al trasporto pubblico e le connessioni infrastrutturali necessarie per dare vita a un polo attrattivo e a un luogo di socialità e integrazione.”

Il programma del Festival “Laudato sì” prevede tante iniziative che coinvolgeranno le comunità parrocchiali, le altre realtà ecclesiali, le scuole, le università e le associazioni del territorio.

Saranno nove giorni di visite guidate, mostre d’arte, incontri, feste, dibattiti e momenti di confronto.

L’Ex caserma Macrico, trasformata dalla Diocesi di Caserta in un campo di pace, accoglienza e condivisione per i casertani e per tutti gli uomini di buona volontà.

E’ questa l’idea del Vescovo di Caserta, monsignor Pietro Lagnese, per cominciare a rendere fruibile l’ex caserma militare, luogo per definizione bellico, in uno spazio che verrà intitolato proprio alla enciclica del Pontefice

Il festival, alla prima edizione, costruito tutto sul rispetto dell’ambiente e sulla partecipazione civica, è il tentativo della Diocesi di coniugare la presenza delle persone nella struttura con quello di diventare un luogo di riflessione e confronto per tutto il Paese

La manifestazione terminerà il 4 ottobre, giorno di San Francesco. L’inizio e la fine dell’evento, due momenti simbolici per coprire il tempo del creato: lo speciale tempo voluto da Francesco per ricordare «questa insensata guerra al creato» che poniamo in essere.

Non a caso il tema del festival è: «Che scorrano la giustizia e la pace», analogo a quello della giornata nazionale per la custodia del creato.

Il cardinale Matteo Zuppi: “Il degrado si combatte con la bellezza. Caserta deve respirare a con due polmoni verdi: la Reggia ed il Campo Laudato si’ che però necessita d’essere curato”.

Alcuni scatti della giornata: gli incontri con la gente e nell’hangar, i volontari, con gli amici della Comunità di Sant’Egidio.

Il programma completo delle 9 giornate del Festival: https://bit.ly/3LCTdKq