FInto poliziotto tenta di derubare un cittadino straniero del motorino con calci e pugni. Bloccato ed arrestato

polizia
glp-auto-700x150
sancarlo
previous arrow
next arrow

La Polizia di Stato di Caserta, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio finalizzati al contrasto dei reati predatori, della criminalità diffusa, ha tratto in arresto una persona, di anni 38, in quanto resosi responsabile dei reati di tentata rapina e lesioni personali in danno di un cittadino straniero.

In particolare, il personale dipendente del Commissariato di P.S. Aversa si recava in quel viale della Libertà in ausilio ad un poliziotto, libero dal servizio, intervenuto in soccorso di un cittadino straniero malmenato da un uomo italiano di circa 40 anni, in stato di agitazione, che riferiva di appartenere ai servizi segreti.

lisandro
lapagliara
SanCarlo50
previous arrow
next arrow

Il poliziotto, dopo aver sentito le urla, usciva dal ristorante in cui si trovava e si portava in strada, dove constatava la presenza della vittima, con il volto tumefatto, mentre il suo aggressore era in sella ad un motociclo, sottratto al malcapitato, che tentava invano di avviare.

Sul posto giungevano anche operatori della Guardia di Finanza unitamente alla pattuglia con personale della sezione investigativa del Commissariato di P.S. di Aversa.

Gli agenti, dopo aver vagliato le informazioni raccolte nell’immediatezza, subito riconoscevano l’autore dell’aggressione, persona già nota alle forze di polizia, che pertanto veniva bloccato e condotto presso il Commissariato, per esperire gli ulteriori accertamenti.

La vittima, invece, trasportata presso il nosocomio di Aversa, veniva dimessa con una prognosi di giorni venticinque per le lesioni riportate a seguito dell’aggressione subita, che denunciava presso gli uffici del commissariato.

Nella circostanza dichiarava che al termine del proprio turno di lavoro presso un negozio, ubicato in quel viale della Libertà, nel fare rientro presso la propria abitazione a bordo dello scooter, veniva fermato dall’aggressore che, esibendo un documento, gli intimava l’alt polizia, a cui ottemperava; quando riusciva a rendersi conto dell’inganno, era troppo tardi per riuscire a sfuggire all’aggressione. Infatti, veniva bloccato dal soggetto e colpito con pugni e schiaffi fino a farlo rovinare a terra e sottrargli il motorino.

Alla luce delle risultanze investigative, il finto poliziotto è stato tratto in arresto e condotto presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.