Firmato il nuovo contratto collettivo decentrato integrativo al Comune di Caserta

SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Dopo tanti anni, il Comune di Caserta è riuscito a finanziare la progressione economica

La Giunta Comunale ha autorizzato il Presidente della Delegazione Trattante a sottoscrivere il Contratto collettivo decentrato integrativo, che giunge al termine di una intensa, continua e partecipata interlocuzione con le rappresentanze sindacali.

Tante le novità per i dipendenti comunali, che vedranno allargate le possibilità di riconoscimento delle indennità per alcuni tipi di servizi prestati e avranno l’opportunità, a seguito di una procedura di selezione interna basata sul merito, sulla qualità delle performance svolte, sull’esperienza professionale e sulle capacità culturali e professionali, di poter effettuare una progressione economica e di posizione.

glp-auto-336x280
lisandro

Le principali novità contenute in questo contratto decentrato ripercorrono fedelmente gli articoli presenti nel contratto nazionale, approvato il 16 novembre 2022.

Dopo tanti anni, il Comune di Caserta è riuscito a finanziare la progressione economica, riconoscendo, anche sotto il profilo della crescita del compenso, le prestazioni di particolare centralità.

Nello specifico, crescono le somme stanziate in favore delle indennità di servizio esterno (ad esempio quelle relative al servizio prestato dal personale della Polizia Municipale), che passano dai 28.500 euro dello scorso anno agli attuali 45.000, e le indennità legate alle condizioni di lavoro, ovvero al rischio, al disagio o al maneggio di valori. In questo caso, vengono più che raddoppiate le somme a disposizione: da 15.000 euro si giunge a quota 35.000.

Crescono sensibilmente anche le indennità per il servizio svolto durante l’orario festivo (da 1.500 euro a 9.000) e quelle per gli incentivi tecnici, che riguardano in special modo, ma non solo, il personale impegnato nei progetti legati al Pnrr (da 195.000 euro si passa a circa 600.000 euro).

“Siamo stati attenti alle reali esigenze dei dipendenti del Comune – ha spiegato il Sindaco di Caserta, Carlo Marinoe abbiamo puntato a destinare le risorse effettivamente necessarie allo svolgimento dei servizi essenziali e fondamentali per l’intera comunità. Per quanto concerne la progressione economica, poi, sono stati approvati dei meccanismi che premiano il merito, riconoscendo l’impegno di chi lavora in particolari situazioni di criticità.

La firma del contratto collettivo decentrato integrativo arriva al termine di un lungo e accurato lavoro svolto dall’Amministrazione insieme ai sindacati, che ha portato a un risultato molto importante, con novità che erano attese da anni dai dipendenti del Comune”.