Flotta Blu fa rotta su Caserta: al “Ferraris” c’è la settima tappa di “La nostra pesca è Mediterranea”

termotecnica-2023
termotecnica-2023
previous arrow
next arrow

Lunedì 8 maggio una giornata dedicata al pesce azzurro e ai piccoli pelagici: la masterclass, il dibattito e poi la degustazione del menù preparato dagli allievi dell’istituto. Tema: un piano di sviluppo economico e sociale per l’intera filiera

Il valore salutare e nutrizionale del pesce azzurro, inestimabile ricchezza del Mare Nostrum alla base della Dieta Mediterranea: una risorsa da preservare, valorizzare e diffondere sulle tavole affidandone la ricetta agli allievi delle scuole del nostro territorio come un messaggio che guardi al futuro scrutando nel passato.

lapagliara
lapagliara
GPL-AUTO
previous arrow
next arrow

La costruzione di una rete di relazioni tra il mondo della ricerca, della scuola, dell’Università, delle istituzioni, della politica, delle associazioni di categoria e degli operatori economici che promuova un efficace modello di sviluppo, sostegno e valorizzazione della “piccola pesca” campana legata al pesce azzurro, a tutta la specie dei pelagici, ai prodotti del trasformato.

Una filiera (dall’armatore fino al consumatore) che in Campania ha un potenziale economico e sociale da sostenere navigando dal mare sino alla tavola, lì dove gli allievi chef campani presenteranno piatti, ricette, menù. La conoscenza parte dalla scuola, ed è dalle scuole che doverosamente si snoda il viaggio.

Appuntamento all’istituto “Galileo Ferraris” di Caserta. È questa la rotta di Flotta Blu che al motto de “La nostra pesca è Mediterranea” continua nella sua lunga navigazione: è il settimo appuntamento (i precedenti svoltisi in istituti alberghieri a Salerno, Maiori, Pozzuoli,
Benevento, Castelnuovo Cilento, Avellino) di un programma che, dopo Caserta, farà tappa in altre tre scuole dell’alberghiero presenti nelle cinque province della Campania.

La giornata di lunedì 8 maggio sarà al solito suddivisa in vari momenti e scadenzata da un format fortunato e consolidato. Prima ci sarà uno spazio formativo (ore 10): insieme ad alcuni professori dell’istituto Ferraris, lo chef Michele Giaquinto terrà una masterclass riservata a venti studenti dell’ultimo anno.

Quali sono le qualità di pesce azzurro, come cucinarlo, come valorizzare un alimento alla base della Dieta Mediterranea: alla lezione seguirà un momento pratico in cucina, con gli allievi intenti a preparare un menù (completo) tutto a base di pesce azzurro.

A mezzogiorno, anticipato da un coffeebreak, nell’aula magna dell’istituto si svolgerà un dibattito moderato dal giornalista gastronomico e conduttore del programma Rai “Linea Verde” Giuseppe Calabrese (per tutti Peppone) cui daranno un contributo rappresentanti delle istituzioni, della politica, della scuola, delle associazioni di categoria del territorio casertano: tracce e spunti da inserire in agenda per un piano di sviluppo economico-sociale del territorio campano, per una strategia che punti al mantenimento dell’identità Mediterranea e delle tradizionali e storiche attività della pesca e che miri allo sviluppo del piccolo pescato pelagico evidenziando il rapporto tra valore nutrizionale, salute e Dieta Mediterranea.

Al termine ci sarà la degustazione del menù preparato dalle dieci coppie di studenti: una giuria decreterà il piatto vincente che consentirà ai due allievi di accedere alla fase finale della manifestazione (9 e 10 giugno, al “Principe di Napoli” ad Agerola, in palio due borse di studio per la coppia vincitrice) che intanto continuerà in queste settimane a viaggiare negli istituti alberghieri delle cinque province della Campania.

L’iniziativa, i partner e il network. Flotta Blu, “La nostra pesca è Mediterranea” è un’iniziativa che punta allo sviluppo economico-sociale del territorio campano coniugata col mantenimento dell’identità Mediterranea e delle tradizionali e storiche attività della pesca e che mira a dare sostegno all’attività del piccolo pescato pelagico evidenziando il rapporto tra valore nutrizionale, salute e Dieta Mediterranea.

“Flotta Blu” nasce su iniziativa del Comune di Cetara e della Regione Campania, ha il sostegno dell’Unione Europea, del Masaf (Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste) e del Feamp (Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca). Il Dipartimento di Ecologia dell’Università Parthenope collabora al progetto che dovrà fornire un nuovo piano per il sostegno e lo sviluppo del piccolo pescato pelagico.

L’iniziativa ha inoltre il sostegno di tre Flag della Regione Campania (“Approdo di Ulisse”, “Pesca Flegrea” e “Porti di Velia”) mentre “Diecimila passi” e “Super Sud” sono media partner. Oltre alla Fondazione Ebris (polo di eccellenza internazionale nella ricerca medico-scientifica), hanno aderito e firmato il protocollo d’intesa “Principe di Napoli” (prima Università gastronomica e centro di alta formazione e specializzazione universitario che ha come direttore del campus il pluristellato chef Heinz Beck) e “RE.IS.A.IT” che è
la rete degli istituti alberghieri dell’Ittico.

Info
Per tutte le informazioni, per l’elenco delle tappe della manifestazione, per la rete dei partner, per contributi, dati, interviste e ricerche è possibile consultare il sito www.flottablu.it che viene costantemente aggiornato. Flotta blu è anche sui canali social (facebook, instagram) e ha un canale dedicato su youtube. Per ogni evento (così anche per Caserta l’8 maggio all’istituto “Galileo Ferraris”) è prevista la diretta streaming dell’evento: per seguirla ci si può collegare al sito flottablu.it