A Foggia la Casertana torna con i piedi per terra

Un momento della partita con Curcio e Carillo
Un momento della partita con Curcio e Carillo (foto Giuseppe Scialla)

Inizia male il girone di ritorno per la Casertana. Dopo quattro successi di fila si torna con i piedi per terra a seguito della meritata sconfitta di Foggia. A parziale attenuante di una prestazione scialba e, sotto certi aspetti, inconcludente, la stanchezza derivante dall’impegno di mercoledì scorso a Castellammare di Stabia. Fatto sta che per la compagine rossoblù è un passo indietro rispetto alle ultime prestazioni.

Negli undici di partenza della Casertana parte dalla panchina Castaldo col tecnico Guidi che inserisce in mediana Varesanovic. In panchina sia Longo che Rosso il cui ingaggio è stato perfezionato solo nella giornata di ieri.

Brutta la prima frazione di gioco da parte di una Casertana che appare incapace di rendersi pericolosa. Molto più intraprendente il Foggia che al 14’ fa le “prove generali” del vantaggio con D’Andrea. Conclusione dalla media distanza che Avella ribatte. Un minuto dopo l’estremo difensore rossoblù non può far nulla sul colpo di testa dello stesso attaccante foggiano lasciato colpevolmente solo nell’area piccola. La Casertana non riesce a reagire ed è invece ancora il Foggia a sfiorare il raddoppio su rapide azioni di contropiede: tentativo di Curcio (30’) e poi di Dell’Agnello (40’) con Avella chiamato ancora a fare gli “straordinari”.

Nel secondo tempo, a dirla tutta, accade poco o nulla: la Casertana continua a cozzare sistematicamente al limite dell’area di rigore avversaria. Il Foggia, da parte sua, prova a blindare il risultato infoltendo ulteriormente il pacchetto di mediana. L’unica vera occasione dell’incontro per i falchetti giusto al 90’ con una girata di Turchetta che trova pronto alla ribattuta l’ex Fumagalli. Nel recupero si registra solo la stupida espulsione di Buschiazzo che “alza il gomito” sul volto di Dell’Agnello.

FOGGIA – CASERTANA 1-0

Foggia (3-4-2-1): Fumagalli; Germinio, Gavazzi, Galeotafiore; Kalombo, Vitale (Morrone 71′), Salvi, Di Jenno (Agostinone 81′); Curcio (Balde 71′), D’Andrea (Garofalo 53′); Dell’Agnello. A disp. Jorio, Di Masi, Raggio Garibaldi, Moreschini, Pompa, Cardamone, Tomassini, Turi. All. Marchionni

Casertana (4-3-3): Avella; Hadziosmanovic (Polito 59′), Buschiazzo, Carillo, Del Grosso; Matese (Rosso 59′), Santoro, Varesanovic (Longo 85′); Icardi, Cuppone, Turchetta. A disp. Dekic, Zivkovic, Castaldo, De Vivo, De Lucia, Rillo. All. Guidi

Arbitro: Fontani di Siena

Rete: D’Andrea (F) 15′

Ammoniti: D’Andrea (F, 31′), Curcio (F, 55′), Dell’Agnello (F, 59′), Germinio (F, 78′); Icardi (C, 76′), Carillo (C, 89′)

Espulso: Buschiazzo (C, 92′)