Follie del Varietà, con Mario Sorbello e Agata Taormina: le tristi vicende di Ninette e Michelotto

Agata Taormina e Mario Sorbello

Caserta – Ieri sera al Piccolo teatro CTS di Caserta è andato in scena uno spettacolo teatrale ricco di spunti di riflessione: “Follie del Varietà”. L’opera, scritta da Mario Sorbello, è una pièce originale interpretata dallo stesso Sorbello e da una bravissima Agata Taormina. La narrazione è un susseguirsi di flash-back fra presente e passato, realizzati ad arte dai due protagonisti. E’ un continuum narrativo che non distrae lo spettatore ma lo accompagna in una trasposizione storica ambientata durante la seconda guerra mondiale.

Per alcuni versi si assiste ad uno spettacolo nello spettacolo, dove i due personaggi rappresentano se stessi, in quanto attori di varietà, quasi in modo speculare. Dalla drammaturgia portata in scena traspare la tragedia e la disperazione che solo una guerra può arrecare nell’animo umano. La debolezza e la mesta rassegnazione del personaggio Michelotto identifica l’assuefazione forzata che il regime fascista aveva indotto durante il triste ventennio. Tuttavia, la ribellione coraggiosa di Ninette stravolgerà i piani della coppia teatrale.

Domenica 4 novembre lo spettacolo sarà replicato alle ore 19:00, sempre a “A Casa di Angelo e Paola”, sul palco dell’accogliente Piccolo Teatro Cts.

 

Agata Taormina

Catanese, artista a tutto tondo, Agata Taormina, oltre a recitare scrive, di temi attuali ma anche di quelle dinamiche dell’anima sempre in continua rinascita ed evoluzione. La parola chiave è “arte in ogni sua forma”: si dedica infatti anche al canto, al ballo e alla pittura che esprime con grande anima e spontaneità.

 

Mario Sorbello

Mario Sorbello, poliedrico attore catanese del Teatro Stabile di Catania, esprime la passione per il teatro in ogni sua sfaccettatura. Ad Agrigento martedì prossimo 6 novembre nell’auditorium di Teleacras, si svolgerà la cerimonia di premiazione della decima edizione del “Pirandello Artis Premium”, fra gli artisti premiati ci sarà anche il bravo Mario Sorbello.

 

Follie del Varietà (sinossi)

Due quitti del varietà, Ninette e Michelotto, durante la repubblica di Salò vengono catturati dai fascisti e costretti a rappresentare uno spettacolo di varietà a un pubblico di prigionieri che da li a poco verranno trucidati. Al momento dello spettacolo Ninette, attrice di forte temperamento, si ribella e viene fucilata. Ma Ninette “appare”, dopo la sua morte, a Michelotto, manifestando il suo totale dissenso per quello che fa, lasciandolo impaurito, e con un vuoto sentimentale.