Formula 1: l’Italia avrà 2 Gran Premi nel 2021, Imola torna in calendario

La notizia è diventata ufficiale questa mattina: nel 2021 si disputerà di nuovo un Gran Premio di Formula 1 sull’Autodromo “Enzo e Dino Ferrari” di Imola. Insieme al ritorno del circuito del Santerno sono state ufficializzate le altre modifiche al calendario 2021, rese necessarie ancora una volta dal Coronavirus, e certamente ulteriori cambi di programma verranno apportati nel corso della stagione.

Il Covid-19 ha già sconvolto il calendario della F1 del 2020 e nel 2021 si sperava in un ritorno alla normalità. Nonostante la pandemia ancora in corso, il calendario del 2021 della massima serie mantiene la cifra record di 23 Gran Premi. “E’ stato un inizio d’anno impegnativo per la Formula 1 e siamo lieti di confermare che il numero di gare previsto per la stagione rimane invariato – ha commentato Stefano Domenicali, nuovo CEO della Formula 1 – La pandemia globale non ha ancora permesso di tornare alla vita normale, ma nel 2020 abbiamo dimostrato che possiamo correre in sicurezza”.

Quella di Imola, domenica 18 aprile, sarà la seconda gara dell’anno dopo il Gran Premio del Bahrain del 28 marzo e prenderà il posto del Gran Premio della Cina. Il Campionato del Mondo di F1 sarebbe dovuto iniziare una settimana prima, come sempre negli ultimi 3 decenni, in Australia. L’Italia sarà l’unica nazione ad ospitare due GP, la denominazione di “Gran Premio d’Italia” rimane appannaggio di Monza, dunque quello di Imola si intitolerà “Gran Premio dell’Emilia Romagna“, come nel 2020.

A causa delle restrizioni Covid ai viaggi (quarantena di 15 giorni per tutto il personale della F1), gli organizzatori delle gare di Australia e Cina sono stati costretti a chiedere di rimandare i rispettivi appuntamenti iridati. Per quanto riguarda la gara di Shanghai, i promoter stanno ancora lavorando per trovare una data nella parte conclusiva della stagione mentre la gara di Melbourne è stata spostata al 21 novembre, come confermato oggi. Lo slittamento del Gran Premio d’Australia ha imposto anche delle variazioni alle date dei Gran Premi del Brasile, Arabia Saudita ed Abu Dhabi, che ora dovrebbe chiudere la stagione domenica 12 dicembre.

Il Gran Premio del Vietnam, invece, ha lasciato libero il week end del 2 maggio, data in cui si terrà ufficialmente un GP anche se non è ancora stato comunicato ufficialmente su quale pista. I tifosi italiani sognano una terza gara un Italia – al Mugello come nel 2020 – ma, stando alle indiscrezioni, il Gran Premio di domenica 2 maggio si dovrebbe disputare sulla pista di Portimao in Portogallo, l’annuncio formale è atteso a breve.

Oltre ad Imola, dove prima del 2020 non si correva dal 2006, torna in calendario un’altra pista storica: Zandvoort, in Olanda, dove si correrà domenica 5 settembre. La pista, totalmente ristrutturata, doveva ospitare il suo  primo GP dell’era moderna già nel 2020 per la gioia dei tifosi del pilota olandese Max Verstappen.

Nella conferenza stampa online convocata dalla Regione Emilia Romagna in merito alla conferma del circuito di Imola nella prossima stagione di F1, è intervenuto anche il presidente nazionale dell’ACI, ing. Angelo Sticchi Damiani: “Il ritorno di Imola nel calendario 2021 di Formula 1 è beneaugurante, vista la bellissima e grandissima storia di questo circuito che per 20 anni ha ospitato un Gran Premio. ACI e tutte le strutture della Federazione hanno fatto il possibile affinché questo potesse accadere, in sinergia con la grandissima determinazione delle istituzioni, a partire dalla Regione Emilia Romagna. Sono davvero soddisfatto, da italiano e da grande appassionato di questo Gp. Siamo l’unico Paese che può sfoggiare due appuntamenti nel calendario: Imola e Monza formano un binomio vincente”.

La bozza aggiornata del calendario F.1 2021

28 marzo – Bahrain (Sakhir)

18 aprile – Italia (Imola)

2 maggio – Portogallo (Portimao) – ancora da confermare

9 maggio – Spagna (Barcellona)

23 maggio – Monaco (Monte Carlo)

6 giugno – Azerbaijan (Baku)

13 giugno – Canada (Montreal)

27 giugno – Francia (Le Castellet)

4 luglio – Austria (Spielberg)

18 luglio – Gran Bretagna (Silverstone)

1 agosto – Ungheria (Budapest)

29 agosto – Belgio (Spa-Francorchamps)

5 settembre – Olanda (Zandvoort)

12 settembre – Italia (Monza)

26 settembre – Russia (Sochi)

3 ottobre – Singapore (Singapore)

10 ottobre – Giappone (Suzuka)

24 ottobre – USA (Austin)

31 ottobre – Messico (Mexico City)

7 novembre – Brasile (San Paolo)

21 Novembre – Australia (Melbourne)

5 dicembre – Arabia Saudita (Jeddah)

12 dicembre – Abu Dhabi (Yas Island).