Forum Acqua, l’Ente Idrico Campano chiede un Piano Marshall per il rinascimento del servizio idrico integrato

Forum Acqua, l'Ente Idrico Campano chiede un Piano Marshall per il rinascimento del servizio idrico integrato

Si sono conclusi i lavori della seconda edizione del Forum Acqua, promosso da Legambiente in collaborazione con Utilitalia e con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e della Regione Lazio.

L’iniziativa, che ha occupato l’intera mattinata di mercoledì 28 ottobre, si è svolta online nel rispetto delle norme di contrasto alla diffusione del Covid-19.

Tanti i temi affrontati dagli autorevoli esponenti del settore e delle istituzioni nazionali che formavano il prestigioso parterre di ospiti, tra i quali il Presidente dell’Ente Idrico Campano Luca Mascolo, intervenuto nella sessione intitolata “Necessità di investimenti strategici – Focus Sud Italia” e moderata dal Direttore della rivista “Nuova Ecologia” Francesco Loiacono.

È stata l’occasione per riaccendere i riflettori sul delicato tema della sostenibilità ambientale in un particolare momento storico nel quale l’emergenza sanitaria ha messo in evidenza criticità e punti deboli del sistema.

Un proficuo momento di confronto, con particolare attenzione al Sistema idrico Integrato, imperniato su tre direttrici principali: il risparmio idrico come politica di sostenibilità ambientale, l’innovazione nel settore e il ruolo del sistema idrico integrato nell’Economia Circolare e la necessità di investimenti strategici con un focus specifico sul Sud Italia.

Presidente EIC Luca MascoloSu questo punto il Presidente Luca Mascolo ha avuto modo di sottolineare che: «Mettere a punto un Servizio Idrico Integrato moderno ed efficace è la mission dell’Ente Idrico Campano. Una sfida impegnativa per un Ente giovane, nato alla fine del 2015 e diventato pienamente operativo solo a gennaio 2019.

Una sfida che, però, bisogna vincere a tutti i costi. È necessario agire oltre che sulla regolamentazione e sull’organizzazione del ciclo integrato, sulla manutenzione dell’infrastruttura idrica che mostra chiari segnali di obsolescenza visto che in Campania non si fanno interventi sulle reti da quando la Cassa del Mezzogiorno è stata dismessa.

Abbiamo bisogno di un nuovo Piano Marshall per garantire acqua sicura e di qualità ai cittadini campani. I fondi del Recovery Plan rappresentano, da questo punto di vista, una grande opportunità. Investimenti strategici, sostenibilità ambientale e innovazione dovranno essere le parole chiave utilizzate per lo sviluppo della Campania e del Mezzogiorno».