Franco Della Rocca succede a se stesso alla guida del Consorzio di Bonifica Sannio Alifano

Franco Della Rocca succede a se stesso alla guida del Consorzio di Bonifica Sannio Alifano
SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Nella seduta di insediamento del Consiglio dei Delegati tenutasi nel tardo pomeriggio di ieri, il presidente uscente è stato rieletto all’unanimità al vertice dell’Ente di Viale della Libertà che guiderà nel prossimo quinquennio.

A distanza di due mesi dalla vittoria plebiscitaria alle elezioni per il rinnovo del Consiglio dei Delegati svoltesi a fine gennaio a capo della lista Sviluppo e Progresso per il Sannio Alifano, Della Rocca è stato riconfermato sullo scranno più alto dell’Ente di Bonifica con il voto favorevole di tutti i 25 consiglieri eletti, un dato storico se si considera che mai, prima d’ora, al Consorzio di Bonifica era stato eletto un Presidente con il voto unanime di tutti gli eletti.

glp-auto-336x280
lisandro

A proporre la rielezione di Della Rocca, molto vicino alle posizioni del consigliere regionale Giovanni Zannini, è stato il vice presidente uscente e leader della lista Impegno per i Consorziati, Alfonso Simonelli, anch’egli del gruppo politico zanniniano dei Moderati, poi riconfermato all’unanimità alla carica di n.2 dell’Ente.

“Dobbiamo rispettare il voto dei consorziati che si sono espressi in maniera plebiscitaria per l’amico Franco Della Rocca e per la sua lista, a conferma della bontà della nostra decisione, assunta insieme due anni fa, di mandare a casa chi si era insediato alla guida del Consorzio in virtù solo di un cavillo di legge e non voleva lasciare più quella poltrona nonostante la sfiducia del Consiglio. Facemmo bene allora a ridare centralità ai Delegati e dobbiamo ancora una volta scegliere noi stasera il nuovo assetto di governo dell’Ente, e non possiamo anche noi, in aderenza all’esito del voto, premiare il buon governo del Sannio Alifano dell’ultimo biennio, che ci ha visti protagonisti insieme e che ancora ci vedrà uniti nei prossimi anni”.

All’esito della votazione palese resa unanime in aula dai 25 consiglieri eletti, il neo rieletto presidente Della Rocca, visibilmente emozionato, ha “ringraziato tutti per la fiducia accordata alla mia persona, ero sicuro di poter essere riconfermato dopo la vittoria strepitosa all’elezione del 29 gennaio, ma non mi aspettavo l’unanimità che mi carica di una responsabilità ancora maggiore e mi sprona a fare ancora meglio nell’esclusivo interesse di consorziati e dell’intero Sannio Alifano. Saremo tutti coinvolti nel governo dell’Ente e continuerò a battere palmo a palmo il territorio e ad ascoltare agricoltori e utenti, portando avanti in continuità il lavoro di risanamento e programmazione portato avanti in questi due anni in cui abbiamo davvero impresso una svolta a questo Ente”.

Della Rocca ha poi, proposto al Consiglio di eleggere alla vice presidenza Simonelli, che ha raccolto l’unanimità, ed i consiglieri Antonio Cunti, Bartolomeo Cantelmo, Massimo Del Sesto, Luigi Giannotta e Bruno Pagliaro in seno alla deputazione amministrativa, elezione quest’ultima avvenuta a larghissima maggioranza con 19 voti favorevoli, 3 astenuti e soli 3 contrari.

“Ho voluto indicare Simonelli quale mio vice perché abbiamo lavorato bene e ci siamo completati fino ad oggi, seppur con momenti di confronto acceso ma abbiamo sempre fatto sintesi tra visioni diverse che convergevano su obiettivi comuni, ed i risultati sono ben visibili a tutti; per la deputazione, ho ritenuto di fare i nomi dei neo eletti perché ritengo che, in questa fase, sia la squadra migliore e più rappresentativa dei comprensori irrigui per meglio governare l’Ente di Bonifica”, ha concluso Della Rocca.