Furto alla Reggia di Caserta, rubata parte di un’opera esposta nella mostra “Terrae Motus”

Caseta – Alcune parti di un’opera d’arte conservata all’interno della Reggia di Caserta sono svanite nel nulla. E’ successo sabato, quando il monumento vanvitelliano è rimasto aperto anche di sera nell’ambito di una delle numerose aperture straordinarie estive. Sono state rubate due figurine facenti parte dell’opera dell’artista francese Christian Boltanski nota con il titolo di “Ex voto”: l’installazione, che rappresenta una donna, un uomo, un cuore, una gamba, una mano e una testa di uomo, era in esposizione nella mostra di arte contemporanea “Terrae Motus” allestita alla Reggia e visitabile sabato sera.

Domenica mattina i carabinieri sono stati avvisati del furto ed hanno fanno scattare le indagini: l’ipotesi è che sia stato  qualcuno dei visitatori a rubare parte dell’opera. Non sarà facile individuare il ladro perché a quanto pare la zona interessata non è coperta da telecamere di videosorveglianza.

Poche ore dopo l’episodio il direttore della Reggia di Caserta  Mauro Felicori è intervenuto sull’argomento precisando che nessuna responsabilità per ciò che è avvenuto può essere imputata al personale deputato alla sicurezza del sito Unesco, presente in numero sufficiente e distribuito su tutto il percorso dei visitatori. Felicori ha inoltre aggiunto di aver disposto un’indagine amministrativa interna per tentare di capire cosa sia successo sabato sera.

Loading...