Gabbiano gli ruba una patatina, la reazione dell’uomo è di una violenza atroce

Un gesto di grande crudeltà sugli animali è avvenuto nei giorni scorsi sul lungomare di Weston-Super-Mare, in Inghilterra, provocando il risentimento di molti cittadini britannici, in primis quelli che erano presenti ed hanno denunciato l’episodio. La notizia, riportata dal Daily Mirror, si è diffusa poi velocemente facendo il giro del mondo.

Sfortunato protagonista di questa vicenda un gabbiano che ha scelto di rubare una patatina dal piatto della persona sbagliata. Il volatile era appena entrato in possesso del suo spuntino quando l’uomo, un pensionato inglese, lo ha afferrato al volo per le zampe e lo ha scagliato con forza contro il muro. Nonostante il fatto che i gabbiani in alcune città (in particolare Venezia e Roma per quanto riguarda l’Italia) rappresentino un problema non di poco conto a causa del loro proliferare e dell’estrema “confidenza” che hanno acquisito nei confronti degli umani, un gesto simile va assolutamente condannato: in primis perché rappresenta un’azione di violenza estrema ai danni degli animali e in secondo luogo perché l’episodio è avvenuto davanti agli occhi di diversi bambini, rimasti traumatizzati dalla scena.

Il gabbiano è rimasto a terra immobile e una donna gli ha anche scattato una foto per poi pubblicarla online e raccontare il gesto di violenza dell’uomo “derubato”. I presenti raccontano che il gabbiano continuava a tremare per il dolore e nel frattempo diversi bambini sono scoppiati a piangere. L’uccello è stato poi portato da un veterinario ed è morto poco dopo, evitando però ulteriori sofferenze. I genitori presenti hanno chiesto all’uomo perché avesse compiuto un gesto simile davanti agli occhi dei loro figli: lui avrebbe motivato l’atto di violenza con il fatto che il gabbiano è un animale nocivo e vive da parassita.