A Galluccio (Caserta) inaugurata una panchina viola della gentilezza che riporta una citazione di Madre Teresa

Panchina viola della gentilezza

Recentemente è stata inaugurata una panchina viola della gentilezza presso la frazione Campanili di Galluccio

Sono già 280 i Comuni in Italia ad avere almeno una panchina della gentilezza. Una panchina per essere riconosciuta “gentile” deve essere realizzata a costo quasi 0, riqualificandone una già esistente, oppure coinvolgendo la comunità per realizzarne insieme una nuova, laddove sia possibile deve essere verniciata con la partecipazione di bambini e ragazzi, inoltre deve riportare una frase sulla gentilezza che favorisca la riflessione sull’argomento di chi la legge e per finire deve essere inaugurata pubblicamente. Caratteristiche che sono state rispettate nella panchina di Galluccio.

A proporre la sua realizzazione al sindaco Francesco Lepore è stata una sua compaesana la sig.a Bianca Folco, che è ambasciatrice del progetto nazionale Costruiamo Gentilezza, la quale si è occupata anche del coinvolgimento di una trentina di bambini del luogo. Bambini che sono stati seguiti dal falegname locale il sig Massimo De Filippo, che volontariamente ha insegnato loro a scartavetrare la panchina prima di verniciarla.

La sig.a Bianca è stata molto soddisfatta dall’impegno dimostrato dai più piccoli, come lei stessa ha commentato:”sono rimasta colpita positivamente dallo spirito di collaborazione che hanno dimostrato. Ognuno di loro si è occupato di verniciare un pezzo della panchina e per farlo si passavano autonomamente i pennelli l’un l’altro”.

Anche il primo cittadino e il suo vice Vitale De Cubellis hanno preso parte alla verniciatura. Una parte del materiale è stato donato da alcuni commercianti del territorio sensibili all’iniziativa.

Don Francesco, Bianca Folco e il Sindaco Francesco Lepore
Don Francesco, Bianca Folco e il Sindaco Francesco Lepore

Poiché la panchina è stata collocata vicino alla statua di Madre Teresa di Calcutta la frase scelta per essere riportata sul poggia schiena è stata proprio una citazione della suora:”Preferisco che facciate errori nella gentilezza piuttosto che operiate miracoli nella scortesia.”

Il momento inaugurale a cui hanno preso parte gli amministratori comunali, il parroco Don FrancescoAdele di Gioia la presidente dell’Associazione Aniep di Casa Giove, Cristina Vezza presidente dell’associazione Mamma Margherita, è divenuto un’occasione per la comunità per ritrovarsi e festeggiare insieme con una merenda condivisa.

Da allora la panchina viola della gentilezza viene utilizzata abitualmente alla sera dagli abitanti della frazione per sedersi e socializzare tra vicini. Un bel modo per essere gentili.