GAR Caserta, il Gruppo di Autosostegno torna online: “Due appuntamenti settimanali per combattere l’isolamento”

Manna: “Con l’istituzione del Punto Ascolto raccogliamo numerose chiamate e richieste di aiuto, molte sono le figlie che chiamano per le mamme”

Tornare online dopo un lungo periodo “in presenza”, nel corso del quale abbiamo potuto godere degli stimoli emotivi benefici dello stare insieme, è un vero peso, eppure non del tutto negativo.

Il GAR Caserta, Gruppo di Autosostegno al femminile contro le solitudini sociali ha scelto di rincontrarsi nuovamente online considerato non solo l’aumento dei contagi, molte nostre amiche erano già a casa in quarantena o perchè positive al covid o perchè contatto stretto di qualche positivo, ma anche per offrire la possibilità a chi ha difficoltà negli spostamenti o ad uscire, di potersi collegare in qualche modo combattendo l’isolamento.

Gli appuntamenti online settimanali sono due: il lunedì con l’incontro di preghiera e meditazione: si affrontano argomenti tra i più disparati, si chiariscono dubbi e confusioni e ci si sostiene a vicenda anche relativamente alle vicende familiari.

Il sabato con l’appuntamento ufficiale dell’Incontro GAR che prevede il cosiddetto cerchio delle confidenze, l’incontro con l’ospite, testimonianze, letture d’autore, scrittura creativa, e numerose altre iniziative che accompagnano il nostro percorso di crescita e self wellness.

Uno degli incontri online del Gar dello scorso lockdown

Nel corso dell’ultima call abbiamo incontrato un’ospite speciale, Angela Olino, poetessa stimata e fondatrice della Biblioteca Tifatina nella storica frazione di Casertavecchia. Con lei il tema della “rinascita”, una lettura delle sue più belle poesie ed il confronto con le donne Gar che hanno potuto a loro volta mettere a nudo pensieri e riflessioni. E con Angela stiamo predisponendo una piccola iniziativa proprio con i ragazzi della Biblioteca, speriamo entro marzo 2022.

Ospite d’onore abituale è anche Emma Farina, performer della risata e conosciuta a Caserta come “Bollicina” per il suo naso rosso da pagliaccio nelle iniziative di clownterapia. Con lei le rilassanti e assolutamente rigeneranti sedute di yoga della risata.

Le iniziative in questi tre anni sono state numerose e quelle in cantiere non sono da meno – ci racconta Mariagrazia Manna, fondatrice del gruppo – abbiamo in programma un Corso di Scrittura sotto dettatura con Vocal Coach, e ancora  “Scrivi una lettera d’amore ad una sconosciuta”, l’evento per raggiungere altre donne in difficoltà, o anche una piccola compagnia teatrale perchè no, ma ne parleremo meglio più in là.

Insomma c’è tanto lavoro per mantenere saldo  e vivo questo progetto, insieme all’entusiasmo e alla comprensione delle esigenze di tutte. E ancor più di quello che facciamo dal punto di vista dell’organizzazione del gruppo, sono orgogliosa di quello che facciamo quando siamo insieme: l’aiuto alle altre donne, le cosiddette “squadre di soccorso” per raggiungere qualcuna che grida aiuto ed è in difficoltà, le visite a casa, le telefonate, le videochiamate”.

E se qualcuna non può muoversi? Chiediamo.
“Si va a farle la spesa o a prenderle il cane per portarlo a passeggiare – continua Mariagrazia – o qualunque altra faccenda. Sei a piedi? Ti veniamo a prendere e ti accompagniamo. Hai bisogno di lavoro? Scatta il passaparola, informazioni sull’intero territorio. Sei su una piattaforma di mutuo soccorso, non resterai sola. E le donne non arrivano solo da Caserta, ma c’è Capua, Santa Maria Capua Vetere, San Nicola la Strada, Casagiove ed altri comuni della provincia. E’ difficile ma ci organizziamo”.

“Da quando è stato istituito il Punto Ascolto – ci racconta Donatella Bagnale – una delle donne del gruppo – di cui ricordiamo il numero 37608908915, tante le telefonate anche solo per parlare, ma soprattutto quello che più ci ha colpite, le chiamate di figlie che sono preoccupate per le mamme sole. Troppe famiglie perdono il nucleo centrale, divorziate, separate, vedove, con i figli fuori regione, alcune donne si lasciano andare, altre mai sposate, senza famiglia e semplicemente sole.

Tutte le nostre attività sono orientate a promuovere atteggiamenti attivi e propositivi, puntando sui punti di forza e sulle capacità personali di scelta e cambiamento delle amiche che si aggiungono al Gruppo. Il tutto ovviamente con la finalità ultima di superare particolari momenti di difficoltà e di allargare la rete di sostegno“.

Il Punto Ascolto Gar è attivo 3 giorni a settimana, il Lunedì, Martedì e Mercoledì nei seguenti orari 10.30 – 12.30 / 16.00 – 18.00 / 21.00 – 22.00

Sarà possibile anche inviare un messaggio Wazzap se si voglia essere contattati in un secondo momento o essere raggiunte in videochiamata.

Il Gar Caserta è su Facebook https://www.facebook.com/GarGruppoAutosostegnoRagazze
e su Instagram. Puoi contattarlo sia sulle pagine social che al numero del Punto Ascolto, 37608908915, nelle modalità indicate nell’articolo.