Il Garante dei disabili: “Alunno con disabilità senza assistente all’autonomia: Tribunale condanna il Comune”

Covid, 2 scuole su 3 non hanno accessi per alunni disabili

Il Garante dei diritti delle persone con disabilità della Regione Campania, l’avv. Paolo Colombo, rende nota una pronuncia del Tribunale civile di Lucca.

Quest’ultimo, in particolare, ha condannato un Comune della Lucchesia per discriminazione per non aver assegnato ad un alunno autistico della scuola media il numero delle ore di assistenza per l’autonomia e la comunicazione previste dal Pei; inoltre, lo ha condannato anche al risarcimento di mille euro per ogni eventuale mese di ritardo nel caso di mancata esecuzione dell’ordinanza stessa.

L’alunno disabile si era visto ridurre da 24 a 18 ore settimanali ciò che gli spettava in termini di sostegno a scuola, nonostante il Pei approvato dal municipio di residenza.

Dunque, grazie a questo provvedimento il ragazzo che soffre di autismo ha potuto usufruire di tutte le ore di sostegno di cui aveva diritto e di cui necessitava per la sua piena formazione scolastica.

“Non è giusto rivolgersi ad un giudice – dichiara il Garante dei disabili, l’avv. Paolo Colombo – per vedere riconosciuti i propri diritti, in questo caso il diritto allo studio di un ragazzo disabile, dal momento che dovrebbero essere già opportunamente garantiti dalla Legge, senza la necessità di un ricorso d’urgenza al tribunale”.