“Il gioco di Chiara”, inaugurazione del primo percorso ludico-didattico inclusivo al Parco degli Aranci

Al via il primo percorso ludico-educativo studiato per far giocare insieme bambini diversamente abili e normodotati: “Il gioco di Chiara” è il percorso ludico-didattico creato dai volontari e attivisti della rete Caserta Città Viva all’interno della Villetta delle Beatitudini al Parco degli Aranci, grazie esclusivamente all’aiuto di cittadini e artisti del territorio che si sono prestati gratuitamente.

Il nome scelto è un omaggio a Chiara Tarallo, figlia dell’attore e regista Michele il quale anni fa creò l’associazione Idea Chiara onlus dedicata alla figlia affetta da una rara serie di patologie e che purtroppo da più di un anno non c’è più.

L’appuntamento è per il giorno 15 novembre a partire dalle ore 10.00

Come nasce questo percorso? “Con il primo lockdown – raccontano gli attivisti dell’associazione –  quando prende vita la rete Caserta Solidale, che accoglie centinaia di volontari impegnati nella consegna di spesa e farmaci e nel dare supporto ai tanti cittadini costretti a casa. Successivamente, la stessa rete ha proseguito il proprio lavoro per il miglioramento della città, perseguendo con l’obiettivo di rendere gli spazi verdi accessibili, inclusivi e fruibili per tutti.

Alla creazione e realizzazione di questo percorso hanno partecipato, per mesi, associazioni e artisti – in primis Federica Langellotti, Ludovica Tomeo e Francesco Leone, nonché alcuni volontari ed artisti dell’ssociazione Celebration Italia che hanno avviato la progettazione –  bambini e ragazzi del quartiere, docenti sensibili alla tematica educativa-ambientale e beneficiari del progetto Sprar di Caserta“.

Questo percorso verrà dedicato a Chiara Tarallo, scomparsa un anno e mezzo fa, a cui destiniamo questo pensiero:

Dove c’è speranza c’è Chiara
Dove c’è gioia c’è Chiara
Dove c’è sacrificio c’è Chiara
Dove ci sono bambini c’è Chiara
Dove ci sono alternative c’è Chiara
Dove ci sono possibilità c’è Chiara
Dove c’è sorriso c’è Chiara
Dove c’è silenzio c’è Chiara

Chiara non parlava, non si muoveva, non gesticolava, era attanagliata ogni giorno da farmaci, crisi epilettiche e impossibilità in tante altre cose, eppure comunicava e aiutava il mondo ad essere migliore.

Il segreto? Ancora bisogna scoprirlo.

Ed è per questo che ha lasciato una grande eredità : Ideachiara. Per gli altri, siano essi disabili o meno, ideachiara proverà a regalare sostegno e solidarietà nella vita attraverso l’ arte”. 

IL GIOCO 

-Percorso: Numeri, lettere, lingue, note musicali, forme e colori per aiutare i bambini nell’apprendimento delle nozioni base
-Laboratori sensoriali con Idea Chiara Teatro Sociale Olistico e Happy Hand on The Road, per imparare a mettersi nei “panni dell’altro”
-Laboratorio musicale con Musicaperta MusicTherapy

Per partecipare è OBBLIGATORIA LA PRENOTAZIONE al 3478442167 o al 3456110148:due fasce orarie (10-11.30 e 11.30-13) e l’alternarsi delle attività permetteranno il distanziamento e al tempo stesso la socialità

info e prenotazioni: 3456110148 / 3478442167