Giornata internazionale per i minori scomparsi: le iniziative della Polizia di Stato

Giornata internazionale per i minori scomparsi
SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Il 25 maggio 1979, la scomparsa di Etan Patz, un bambino di soli 6 anni, scosse la città di New York e diede inizio a un movimento che avrebbe cambiato il modo in cui le persone scomparse venivano ricercate.

Questo tragico evento portò all’istituzione della Giornata internazionale dei bambini scomparsi, che si celebra ogni anno il 25 maggio.

In occasione di questa ricorrenza, la Polizia di Stato partecipa attivamente a una serie di iniziative volte ad aiutare i giovani a riconoscere le situazioni di disagio e prevenire i rischi legati alle scomparse. Si sottolinea l’importanza di rivolgersi alle Forze di Polizia per segnalare qualsiasi evento sospetto.

glp-auto-336x280
lisandro

In collaborazione con la Fondazione AMBER ALERT Europe, che si occupa di bambini scomparsi e a rischio, la Polizia di Stato ha realizzato quest’anno la campagna “Controlla. Rifletti. Denuncia… e non perdere tempo, chiama il numero di emergenza 112/113”. Per ulteriori informazioni sulla campagna, si segnala il sito https://www.amberalert.eu/check-think-report/it

Attraverso questa campagna, vengono diffusi consigli utili per i genitori che si trovano ad affrontare l’angoscia di una scomparsa. In momenti così delicati, è fondamentale sapere quali azioni intraprendere, poiché ogni minuto può fare la differenza.

Per facilitare le ricerche dei minori scomparsi, è disponibile il sito italiano per i bambini scomparsi, gestito dal Servizio Centrale Anticrimine della Polizia di Stato. Questo sito fa parte di una rete internazionale di 31 Paesi ed è accessibile anche attraverso il sito https://globalmissingkids.org/. Inoltre, per i casi di minorenni di cui si sono perse le tracce da molto tempo, è possibile inserire le immagini “age progression” degli scomparsi, al fine di renderle più attuali e facilitare il riconoscimento.

È importante ricordare che è attivo il numero unico europeo 116000 – Linea telefonica diretta per i minori scomparsi, gestito dalla Fondazione “S.O.S. Il Telefono Azzurro ETS” e affidato dal Ministero dell’Interno. Questo numero rappresenta una risorsa fondamentale per coloro che si trovano ad affrontare la scomparsa di un minore, offrendo sostegno e consulenza in situazioni di emergenza.

La Polizia di Stato è inoltre presente sul territorio attraverso l’APP YOUPOL, che permette una diretta richiesta di assistenza alle Sale Operative delle Questure. Questa applicazione, disponibile su smartphone, tablet e computer, consente di inviare messaggi agli operatori delle Sale Operative in caso di episodi di violenza di genere, bullismo o spaccio di droga.

È importante sottolineare che l’APP non sostituisce in alcun modo i numeri di emergenza (112 e 113), da contattare in caso di pericolo imminente.

La Polizia di Stato si impegna a promuovere la sicurezza dei minori e a offrire supporto alle famiglie che si trovano ad affrontare la scomparsa di un bambino. Attraverso queste iniziative e i numerosi strumenti a disposizione, si spera di poter contribuire ad aumentare le possibilità di ritrovamento e di prevenire futuri episodi di scomparsa.