Giornata Mondiale del Rene: l’AORN “Sant’Anna e San Sebastiano” in piazza Dante a Caserta giovedì 9 marzo

Malore improvviso per una donna ad Arienzo
SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Caserta – La prevenzione della malattia renale cronica è il concetto ispiratore della campagna di sensibilizzazione e informazione alla cittadinanza con screening nefrologico gratuito, che l’Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale e di Alta Specializzazione “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta realizzerà, giovedì 9 marzo, in piazza Dante, aderendo alla Giornata Mondiale del Rene, istituita dalla Società Italiana di Nefrologia e dalla Fondazione Italiana del Rene.

L’evento, voluto fortemente dalla Direzione Strategica, è coordinato dal dott. Vincenzo Bellizzi, direttore dell’Unità operativa complessa di Nefrologia e Dialisi, e patrocinato dal Comune di Caserta.
L’iniziativa si svolgerà, dalle ore 9 alle ore 18, a bordo di un camper medico attrezzato, messo a disposizione dalla Pubblica Assistenza San Michele Onlus.

glp-auto-336x280
lisandro

L’équipe medica e infermieristica dell’Uoc di Nefrologia e Dialisi dell’AORN di Caserta, affiancata dai volontari dell’AVO, accoglierà i cittadini interessati con un triplice obiettivo: 1) informarli, con il supporto di materiale divulgativo, sulle patologie renali e le possibilità terapeutiche, l’importanza della prevenzione, la donazione e il trapianto degli organi; 2) sottoporli a uno screening nefrologico gratuito, utile a evidenziare l’eventuale presenza di malattia renale, articolato in: una breve anamnesi, la misurazione della pressione arteriosa, l’esame delle urine con stick; 3) indirizzare in Ospedale, per uno studio nefrologico più approfondito, i soggetti che dovessero risultare positivi allo screening.

“Si stima che in Italia la malattia renale cronica (MRC) colpisca l’8% della popolazione -evidenzia il direttore dell’Uoc di Nefrologia e Dialisi dell’Azienda ospedaliera di Caserta – e che siano circa 2,5 / 3 milioni gli individui affetti da MRC avanzata. Malattia che, nella fase terminale, richiede la dialisi o il trapianto per sopravvivere. La MRC -specifica il dott. Bellizzi- è spesso asintomatica anche in fase avanzata. Pertanto, rischia di restare silente e sconosciuta in assenza di semplici e specifici controlli in grado di evidenziarla. Tra le cause principali della MRC secondaria ci sono patologie come l’ipertensione, il diabete, l’obesità, che sono in rapida crescita nella popolazione, anche in età giovanile.

Quindi – conclude lo specialista – un’adeguata conoscenza della malattia e delle sue cause, un’attenta prevenzione da praticare con l’adozione di corretti stili di vita e di alimentazione e l’effettuazione di controlli periodici, possono rappresentare la formula vincente per scongiurare il rischio di insorgenza o degenerazione del problema renale”.

In adesione alla Giornata Mondiale del Rene, nella serata del 9 marzo, dalle ore 20:30, il Comune di Caserta illuminerà in blu la Reggia vanvitelliana, a testimonianza della sensibilità dell’Ente per le iniziative di informazione e prevenzione sanitaria, come l’evento promosso in città dall’AORN “Sant’Anna e San Sebastiano”.