Giornata mondiale per la sicurezza del paziente, i volontari AVO a disposizione dell’Azienda Ospedaliera di Caserta

Per il mondo della sanità quella del “World Patient Safety“, la Giornata Mondiale della Sicurezza del Paziente che si è celebrata ieri giovedì 17 settembre, è una ricorrenza importante.

O meglio, è la “Giornata nazionale per la sicurezza delle cure e della persona assistita”, promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per esortare tutte le amministrazioni pubbliche a sostenere “l’attenzione e l’informazione sul tema della sicurezza delle cure e della persona assistita”.

E i volontari Avo Caserta non potevano mancare in presenza, loro che all’accoglienza e alla serenità del paziente ci pensano ogni giorno.

Ieri mattina, presso l’azienda ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta gli amici dell’AVO hanno collaborato con gli operatori dell’ospedale per l’affermazione di un unico teorema: Operatori sanitari sicuri, pazienti sicuri.

I volontari Avo sono stati presenti tutta la giornata – spiega la presidente Avo Caserta, Antonietta Rispoli –  hanno accolto l’utenza informando sull’importanza della giornata mondiale, e distribuito le locandine con le informazioni.

L’iniziativa e’ stata curata con attenzione e  competenza in particolare dalla dottoressa Marisa Vitale coordinatrice del Front Office.

La dottoressa ha anche preparato e trasmesso un video sull’emergenza Covid-19, con le testimonianze e le foto dei medici ed infermieri che hanno affrontato l’emergenza in prima linea.

Abbiamo risposto con entusiasmo all’invito della coordinatrice del Front Office, da molto tempo c’e’ un bell’ equilibrio di stima reciproca e di una fattiva collaborazione e per l’occasione abbiamo preparato anche del materiale da distribuire all’accoglienza“.

I volontari AVO, ricordiamo, per essere operativi in un cosiddetto luogo di cura, affrontano un percorso complesso, prima un corso di formazione, poi l’affiancamento ad un tutor, ed infine un certo numero di ore di servizio presso i reparti assegnati prima di poter diventare soci a tutti gli effetti.

Il volontario AVO sostiene nel corso dell’anno una serie di aggiornamenti che lo aiutano a rispondere sempre meglio alle esigenze di relazione e comunicazione con il paziente e con i familiari.