Giorno della Memoria al Liceo Giannone

Intensa, nel silenzio commosso di studenti e ospiti intervenuti,  la testimonianza al Liceo Giannone di Ester Menascé, docente emerito di letteratura inglese all’ Università Statale di Milano, protagonista e memoria storica dell’eccidio e deportazione degli ebrei a Rodi egeo e del sacrificio dell’ex allievo del Liceo, Gennaro Tescione.

Ufficiale del regio esercito italiano,  il 9 dicembre 1943,  immolò la vita alla Patria. E’ stato ricordato dal fratello giudice Castore e dal nipote Gianfranco nella ricostruzione della tragedia della occupazione  di  Rodi da parte de tedeschi che coinvolse tutto il contingente italiano e la comunità ebraica.  Una pagina del ‘900 che gli studenti del Liceo hanno avuto modo non solo di conoscere dalle labbra dei diretti testimoni, ma anche  attraverso gli episodi eroici che hanno visto protagonisti i loro compagni di anni e anni prima, dei cui valori e principi oggi sono educati ad essere eredi e custodi nella memoria.

Le conclusioni al Presidente della Società di Storia Patria Alberto Zaza d’ Aulisio che ha ricostruito la storia delle comunità ebraiche in Terra di Lavoro sin dal Medioevo e il loro contributo alla vita culturale, civile, economica del territorio.  Promotrice dell’evento l’ Associazione “Ex allievi” presieduta da Giorgio Iazeolla, già Preside del Liceo,   che ha aperto i lavori.

A seguire il saluto dell’ Amministrazione comunale rappresentata dal dott. Franco De Michele. Progetto e coordinamento del prof. Marcello Natale. Pagine tratte dai volumi della prof. ssa Ester Menascé sono state lette dagli attori della compagnia “Fabbrica Woitila” coordinata da Patrizio Ciu Fazil.