Il giovane accusato della morte di Gennaro Leone stamattina davanti al Gip: “Chiedo scusa alla famiglia”

Gennaro Leone sul ring del Memorial Pietro Cremonese. Ph di Rocco Curcio

Oggi l’autopsia sul corpo del giovane pugile, i funerali a San Marco Evangelista probabilmente venerdì 3 settembre.

Questa mattina Gabriel Ippolito, il 19enne di Caivano che ha colpito a morte Gennaro Leone, il giovane pugile accoltellato sabato sera a Caserta durante una lite, è stato ascoltato dal Giudice per la convalida del fermo, firmato dal pm Chiara Esposito e per le indagini preliminari presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere.

Non avevo alcuna intenzione di ucciderlo, sono dispiaciuto per tutto quello che è successo e chiedo scusa alla famiglia di Gennaro“.

Queste le parole del giovane, difeso dall’avvocato Fioravante De Rosa. Gabriel Ippolito deve ora rispondere dell’accusa di omicidio volontario aggravato dai futili motivi. Va chiarito ancora in via definitiva il motivo del litigio, mentre il coltello utilizzato non è stato rinvenuto.