Giovane rifugiato trovato senza vita in un centro di accoglienza a Pignataro

Ritrovato senza vita nel cantiere di un albergo

Pignataro Maggiore (Caserta) – Sognava una vita diversa, un futuro migliore il ventenne nigeriano che questa mattina è stato trovato senza vita nei pressi della cooperativa Aperion di Pignataro Maggiore. Il giovane era ospite, insieme ad un’altra decina di rifugiati, della struttura.

Al momento non si può escludere alcuna ipotesi sulle cause della morte ma la pista più probabile, sulla quale stanno lavorando i carabinieri di Capua, è quella del suicidio.

Possibile che il nigeriano durante la notte sia sceso dal piano superiore e abbia raggiunto il piano terra per compiere il gesto estremo: la sua salma è stata infatti trovata in un locale confinante con la struttura principale.
Sconvolti gli altri ospiti e gli stessi gestori del centro: il ragazzo infatti, stando alle descrizioni di chi lo vedeva quotidianamente, era educato e molto credente.