Giovedì 30 marzo parte il torneo di Poetry Slam “La grande Bellezza” al Teatro Comunale di Caserta

SANCARLO50-700
glp-auto-700x150
previous arrow
next arrow

Giovedì 30 marzo alle ore 20.30 presso la Biblioteca Comunale Alfonso Ruggiero, sita in via Laviano 65 a Caserta, avrà luogo la prima tappa del torneo di Slam PoetryLa grande Bellezza“, dedicato alla città di Caserta e sua provincia, proposto da Caspar Campania Slam Poetry in collaborazione con Combo Comitato Biblioteca Organizzata e con il patrocinio del Comune di Caserta e del Patto per la Lettura della città di Caserta.

Particolarmente apprezzato dal pubblico casertano, il Poetry Slam è una forma d’arte che riscuote sempre più successo in tutta Italia, una modalità dinamica e coinvolgente di vivere la poesia come spettacolo e intrattenimento.

Terrazza Leuciana
Terrazza Leuciana
previous arrow
next arrow

A sfidarsi sul palco sei poeti, con testi scritti di proprio pugno. Secondo le regole dello Slam, avranno tre minuti di tempo a testa per recitare i propri versi e impressionare con le loro doti di scrittura e attitudini interpretative il pubblico, che farà da giuria popolare durante la gara.

A condurre la sfida e garantirne la correttezza, il Maestro di Cerimonia, coordinato dal notaio di gara. L’iscrizione in qualità di gareggiante è completamente gratuita.

Durante la competizione, i poeti saranno circondati dalle opere in mostra degli artisti Vincenzo Faraldo e Giusy Petrone. Dopo la gara, sarà inoltre possibile cimentarsi nell’open mic, un momento in cui il palco sarà messo a disposizione dei presenti in sala desiderosi di condividere un testo a loro caro.

Sarà presente all’evento per i saluti istituzionali l’Assessore alla Cultura Enzo Battarra.

Il torneo, proposto dalla referente Caspar e organizzatrice di eventi Maria Pia Dell’Omo, sarà itinerante, lambendo nelle sue quattro tappe comuni differenti della provincia di Caserta, nell’intento di celebrare la Bellezza delle nostre terre.

La finale di torneo si terrà il 27 maggio nella città di Capua, all’interno del Festival “Il luogo della lingua”, giunto alla sua diciottesima edizione sotto la direzione artistica di Giuseppe Bellone.

“Un’altra importante sorpresa per i concorrenti” racconta Dell’Omo, ” è che chi si qualificherà alla finale avrà accesso di diritto alle semifinali del nostro Campionato regionale, che a sua volta, grazie alla nostra collaborazione con LIPS (Lega Italiana Poetry Slam), è valevole per le nazionali di Slam Poetry.

Questo crea un legame virtuoso tra i nostri talenti e il panorama nazionale. Inoltre sono anni che calamitiamo concorrenti da tutta la nazione, persino dalle isole, per cui fare uno Slam e legarlo a un sito di cui andare orgogliosi per ciò che rappresenta è un modo per raccontarci e rappresentarci che aggiunge valore al nostro lavoro e al tessuto sociale in cui operiamo.

Tra questi siti possiamo sicuramente enumerare dal 2020 la Biblioteca Comunale che, grazie alla collaborazione e all’impegno dei ragazzi di Combo, coordinati dalla presidente Roberta Giannini, è diventata uno dei maggiori punti di riferimento per la Slam Poetry a Caserta”.

L’ingresso, che è sito in via Laviano 65 (Caserta), è gratuito e non vi è necessità di prenotazione. La location è accessibile per le persone diversamente abili e dispone degli adeguati servizi igienici.

Questo evento ha il bollino “Neurofriendly”: iniziativa di Maria Pia Dell’Omo che favorisce la partecipazione delle persone con algie craniofacciali, abbracciando al contempo il rispetto per l’ambiente.