Giuseppe Vitiello Ambasciatore Doc Italy per la Pizza Innovazione Caserta

Giuseppe Vitiello
Giuseppe Vitiello

In Campidoglio gli Ambasciatori Doc Italy ricevono l’investitura dall’ANDI

Nonostante la pandemia e tutte le ristrettezze dal Covid, la presidente dell’ANDI (Associazione Nazionale Doc Italy) Tiziana Sirna, giovedì 20 gennaio c.a. ha voluto riconfermare la carica di Ambasciatore a coloro che avevano già ricevuto questa investitura, consegnando loro anche la fascia tricolore distintiva del Doc Italy ed al tempo stesso promuovere nuovi Ambasciatori dell’ANDI.

La manifestazione svoltasi a Roma in Campidoglio, ha avuto successo nonostante le limitazioni, non certo della sala Protomoteca di uno dei sette colli dove sorse la città eterna, che di spazi ne ha anche di maggiori a quelli previsti per accogliere le persone con distanziamenti al fine di lottare contro la diffusione del Covid e Omicron, ma in conseguenza alle difficoltà di spostamenti degli invitati all’evento ed in seguito alle tante limitazioni imposte dal governo per la settimana prevista come picco massimo del Covid in Italia. Tanti però, nonostante quanto detto, sono stati gli Ambasciatori già titolari di questa carica e numerosi anche i nuovi intronizzati a rappresentare il Doc Italy, così come l’ANDI intende farlo nel mondo.

A presentare il pomeriggio nella sala del palazzo Capitolino è intervenuto lo storico, seppur giovanissimo d’età, attore e conduttore televisivo Anthony Peth. Per improcrastinabili impegni di lavoro, in questa occasione è venuta a mancare la presenza della giornalista Camilla Nata, volto noto di RaiUno per la “Vita in Diretta” ed attualmente assurta all’incarico di conduttrice del TG regionale del Piemonte con RaiTre, che sin dalla nascita dell’ANDI è stata sempre partecipe della conduzione, insieme a Peth, dei più significativi momenti di riunioni del sodalizio.

Gli ambasciatori Doc Italy sono stati insigniti di questo ruolo per il loro Amor Patrio, per la passione, la dedizione, l’impegno con cui svolgono il proprio lavoro “ognuno nel settore di sua competenza”. Cosa che continuano a fare dopo l’investitura, amplificando con fervore la loro dedizione per far emergere il volto migliore dell’Italia e poterlo offrire al mondo per una sempre maggiore affermazione positiva del nostro Paese.  La loro Mission è svolta istintivamente essendo loro MODELLI di comportamento caratterizzati da straordinarie carriere, altissimo spessore e grande umiltà.

Un esempio per noi tutti e la speranza per un futuro pregno d’ECCELLENZA.

La loro Etica, la loro Morale, l’attaccamento ai propri territori e le loro tradizioni, li porta “NATURALMENTE” con le loro vite a promuovere il Made in Italy, le sue Eccellenze e la propria identità Nazionale. Il ruolo di “Ambasciatore Doc Italy,  nasce per dare valore e merito a quelle figure “SIMBOLO” che con il loro operato contribuiscono alla crescita dell’immagine e della notorietà dell’Italia, mettendo in pratica azioni volte alla valorizzazione del patrimonio Italiano, le Arti e i mestieri. Valorizzare il Nostro Stivale delle Meraviglie significa anche connettere tecnologia e storia locale, cultura produttiva e ambiente, infrastrutture e gusto del luogo; significa renderla più manifesta, più conosciuta, anche più solida e compiuta; significa considerarla come un deposito di valori, gli ambasciatori Doc Italy lo fanno istintivamente, operando ognuno nella suo settore di competenza.

A ritrovarsi e condividere con Sirna il valore di rappresentare, raccontare e diffondere l’eccellenza italiana, un’emozione immensa, un momento di grande condivisione insieme a grandi professionisti sono stati Tantissimi da tutta Italia presenti a Roma ed in particolare citiamo i campani. In Campidoglio hanno ricevuto la fascia e diploma di appartenenza all’ANDI quali Ambasciatori del Doc Italy: il Dott. Stanislao Porzio, Mascotte degli Ambasciatori Doc Italy; il maestro pizzaiolo Donato Barigliano, Ambasciatore Doc Italy per il Panettone Artigianale; il maestro Mario La Mura, Ambasciatore del Gusto Doc Italy – arte del taglio della carne per Salerno; il maestro Ugo de Ieso, Ambasciatore Doc Italy per l’arte del taglio della carne per il Fortore;  il maestro panificatore Nicola Guariglia, Ambasciatore del Gusto Doc Italy per il Fortore; Federico Di Iorio, Ambasciatore Doc Italy del torrone artigianale campano, titolare dell’omonimo torronificio; Ambasciatrice del Bere Doc Italy Salerno, la Sommelier Catia Lorusso; Ambasciatore del Gusto Doc Italy per Napoli, lo Chef Antonio Sorrentino; Ambasciatore del Gusto Doc Italy per la Campania, lo Chef Erny Lombardo e infine Ambasciatore del Gusto Doc Italy per la pasticceria campana, il maestro pasticcere Dario Saltarelli.

A questi campani ed a quelli di tutta Italia, vanno aggiunti gli Ambasciatori che non hanno potuto vivere la giornata romana, come tutti gli altri che dalle varie regioni dello Stivale non sono riusciti ad essere presenti. A tutto però c’è un rimedio e la sensibilità della Sirna ha già portato a pensare di programmare un nuovo evento, nel mese di Marzo, per poter intronizzare con consegna attestato d’investitura e fascia gli altri Ambasciatori che arricchiscono con la loro prestigiosa presenza e partecipazione gli intendimenti dell’ANDI. In particolare la presidente Tiziana Sirna, ha affermato che quest’anno intende concentrare il suo impegno nel far conoscere meglio i valori e le potenzialità delle eccellenze campane e sviluppare fortemente la valorizzazione del territorio del Fortore. I partecipanti alla prossima kermesse tanto significativa, come quella appena tenutasi a Roma, saranno oltre i succitati Ambasciatori e quelli che da tutta Italia hanno appena vissuta l’interessante ed emozionante giornata romana, gli altri già investiti dell’incarico di Ambasciatore Doc Italy e quelli di nuova nomina. In particolare citiamo i campani: l’Avv. Gennaro Famiglietti (Console di Bulgaria)

Ambasciatore Doc Italy per il Meridione; il Maestro Gianni Molaro, Ambasciatore Doc Italy per la Moda; il Conte Giuseppe Garozzo Quirini, Ambasciatore Doc Italy per l’Etica; lo Stilista Luigi Bruno, Ambasciatore Doc Italy per la Moda Napoli; il giornalista Giuseppe De Girolamo, Ambasciatore Doc Italy per la Campania; Il fiduciario dell’AMIRA sezione Napoli Campania Dario Duro, Ambasciatore Doc Italy per l’Accoglienza in Campania; lo Chef Pietro Parisi (il cuoco contadino), Ambasciatore del Gusto Doc Italy per la Cucina Tradizionale; lo Chef Giuseppe Veltre, Ambasciatore del Gusto Doc Italy per Caserta; il Maestro Pasticcere Giovanni Cagnazio, Ambasciatore Doc Italy del Gusto per la Pasticceria – Napoli; il Maestro Pizzaiolo Gino Sorbillo, Ambasciatore Doc Italy per la Pizza – Campania; la Maestra Pizzaiola Lella Gallifuoco, Ambasciatrice Doc Italy per le Pizze fritte – Napoli; il Maestro Pizzaiolo Salvatore Grasso (presidente dell’Unione Pizzerie storiche napoletane “Le Centenarie”), Ambasciatore Doc Italy per le Pizzerie Centenarie; la Maestra Pizzaiola campionessa mondiale anche di pizza napoletana STG Teresa Iorio, Ambasciatore Doc Italy per la pizza Tradizionale Napoletana; il Mastro Pizzaiolo Gianni Venturoli, Ambasciatore Doc Italy per la Pizza – Napoli ed ancora il Maestro Pizzaiolo Giuseppe Vitiello, Ambasciatore Doc Italy per la Pizza Innovazione Caserta.