“Gli anni più belli” di Claudio Baglioni candidata ai David di Donatello 2021

Claudio Baglioni

Grande soddisfazione per Claudio Baglioni, la cui “Gli anni più belli” (di cui è autore di musica, testi ed interpretazione), è stata candidata come migliore canzone originale ai Premi David di Donatello 2021 (premio cinematografico italiano giunto alla 66esima edizione e che svelerà i suoi vincitori in prima serata su Rai1 l’11 maggio).

Dovrà scontrarsi tra gli altri, con la celebre “Io si (Seen)” di Laura Pausini (fresca di Golden Globe e candidatura agli Oscar), per il film “La vita davanti a sé” di Edoardo Ponti con Sophia Loren.

Gli anni più belli, (brano presente nell’ultimo album del cantautore “In questa storia che è la mia”), dà  il titolo all’omonimo film di Gabriele Muccino, il quale narra la storia di quattro amici nell’arco di quarant’anni, dalla loro adolescenza all’età adulta, dagli anni Ottanta ad oggi, non tralasciando i vari cambiamenti subiti dall’Italia nel corso di quegli anni: questo excursus temporale è stato scelto anche per il percorso musicale del film, che non a caso evoca più volte la musica di Baglioni, partendo da “E tu come stai” per passare a “Mille giorni di te e di me” ed infine terminare con  l’emozionante “Gli anni più belli”, che accompagna i titoli di coda.

Una canzone fedele al tema della pellicola, che sicuramente merita la candidatura ai David di Donatello e che potrebbe essere tra le papabili per la vittoria: ha un pathos crescente, è nostalgica e travolgente al tempo stesso ed ha un testo che fa riflettere (soprattutto in questo particolare periodo storico che stiamo vivendo), rappresentando uno sguardo malinconico verso un passato più vivo che mai “Noi che siamo stati lupi e agnelli, con l’anima a brandelli, noi che abbiamo chiesto al cielo di ridare a noi gli anni più belli, gli anni più belli”.