Grande successo per The Chosen, Uci Cinemas estende la proiezione dei primi due episodi della quarta stagione

Grande successo per The Chosen, al Cinepolis estesa la proiezione dei primi due episodi della quarta stagione
Una immagine del film di Gesù con i discepoli
SANCARLO50-700
glp-auto-700x150
previous arrow
next arrow

Il Circuito Uci Cinemas offrirà a tutti gli spettatori, per altri quattro giorni, la possibilità di vedere gli episodi, dal 20 al 23 giugno

A seguito del grande successo ottenuto dalla proiezione esclusiva dei primi due episodi della quarta stagione di The Chosen, UCI Cinemas ha deciso di fare un grande regalo a tutti i fan della serie, proiettando per altri quattro giorni, dal 20 al 23 giugno, sempre in esclusiva e in anteprima rispetto alla distribuzione sulle piattaforme digitali, i primi due episodi della serie.

The Chosen, creata e diretta dal regista Dallas Jenkins, racconta in maniera del tutto inedita la vita di Gesù e delle persone che lo hanno accompagnato nel corso della sua vita.

simplyweb2024-336
simplyweb2024-336
previous arrow
next arrow

La serie è stata finanziata tramite crowdfunding ed è diventato rapidamente un fenomeno globale con oltre 600 milioni di episodi visti e più di 200 milioni di spettatori nel mondo. La serie mostra un Gesù umano, come lo non si era mai visto prima.

Negli ultimi vent’anni, le serie televisive si sono affermate come una delle forme d’arte più innovative e riconosciute. Non sorprende quindi che qualcuno abbia avuto l’idea illuminante di portare la vita di Gesù in questa straordinaria dimensione.

Ciò che rende questa serie davvero unica è che è stata prodotta in modo indipendente, senza coinvolgere grandi studi o finanziamenti esterni. È stata finanziata interamente grazie alla generosità del crowdfunding e resa accessibile a tutti attraverso un’app dedicata.

“The Chosen” nasce con l’intento esplicito di celebrare la fede cristiana, adottando un approccio ecumenico inclusivo. Mentre lo sceneggiatore e regista Dallas Jenkins professa la fede protestante evangelica, l’attore Jonathan Roumie, interprete del ruolo di Gesù, è cattolico.

Questa combinazione ha permesso la creazione di un’opera equilibrata e rispettosa delle tradizioni cristiane. Il successo ottenuto è stato così significativo che persino il canale televisivo privato francese C8 ha deciso di trasmettere la prima stagione il 20 e 27 dicembre 2021.

In occasione di questa programmazione, l’attore principale ha visitato la Francia, portando così questa straordinaria produzione a un pubblico ancora più vasto. Non solo i fedeli cattolici sono rimasti affascinati da questo progetto, ma anche i protestanti hanno visto nella sua trasmissione un’opportunità per diffondere il messaggio evangelico ad un pubblico più ampio.

Grande successo per The Chosen, al Cinepolis estesa la proiezione dei primi due episodi della quarta stagione

La sfida di catturare sia la passione che gli effetti della resurrezione (poiché la risurrezione stessa non viene narrata nei Vangeli) comporta enormi sfide specifiche, come dimostrato dal film “La passione di Cristo” diretto da Mel Gibson nel 2004.

Indiscutibilmente, il programma presenta evidenti qualità. È degno di nota innanzitutto focalizzare i punti forti e le autentiche qualità della serie. In poche parole, possiamo dire che la serie è impeccabilmente scritta, recitata in modo eccellente e realizzata con maestria.

Le risorse impiegate sono sufficienti per renderla credibile. Come in ogni produzione cinematografica o televisiva, si possono trovare personaggi più o meno convincenti, ma nel complesso le scelte sono coerenti. Possiamo evidenziare in particolare i personaggi di Maria Maddalena, Nicodemo e Matteo, anche se è chiaro che il racconto ruota attorno a Gesù.

Infatti Egli si presenta come eminentemente umano: può intrattenersi con i bambini (come si vede nella prima scena del terzo episodio), ridere e fare battute ed è abile nel suo lavoro artigianale come falegname. Come afferma Chris DeVille: “Jonathan Roumie interpreta Gesù in The Chosen come se fosse una persona con cui vorresti davvero uscire; combina una decisa dignità divina con un calore avvolgente.

Fa battute; balla durante le feste”. Il suo carattere empatico e comprensivo contribuisce notevolmente alla credibilità dell’intero progetto. Gesù riesce ad unire una genuina austerità e autorità naturale con un sorriso disarmante ed elegante.

È profondamente umano ma allo stesso tempo gentile e deciso nella sua interazione naturale con gli altri personaggi della storia. Solo per questo motivo vale la pena guardare questa serie”.

La serie può essere vista con profitto dalle famiglie, dai giovani e nell’ambito di una formazione evangelistica. La sua qualità dà una bella consistenza sia a Gesù sia ai discepoli. Ci sono delle trovate davvero molto buone, come quando Gesù proclama le sue Beatitudini mentre guarda dalla collina l’accampamento dei discepoli.

Si potranno apprezzare alcuni dialoghi spiritualmente rilevanti, arricchiti dalla presenza benevola e credibile di Gesù, ma si dovrà essere critici sul lavoro del copione riguardo ai testi evangelici, che oscilla tra l’eccessiva fedeltà (Vangeli dell’infanzia, versetti «giovannei») e le invenzioni storicamente dubbie.

Qui il Link per acquistare il biglietto nel cinema più vicino

Per altre notizie https://thechosen.it/