Grandi risultati per gli atleti casertani nel tiro a volo, pugilato e canottaggio. Cassandro, Scalzone, Marini, Marchese poker d’oro

Tempo di Universiade ma anche di grandi risultati a livello internazionale per gli atleti casertani che negli ultimi week end hanno centrato il podio in prestigiosi appuntamenti iridati ed europei.

Tra gli altri spicca l’argento conquistato a Lonato (Brescia) al mondiale di tiro a volo da Tammaro Cassandro, l’oro di Alfonso Scalzone nel quattro pesi leggeri di canottaggio alla Coppa del Mondo di canottaggio a Poznan in Polonia, il primo posto al prestigioso Trofeo tricolore del “Guanto d’oro” di pugilato svoltosi a Celano centrato dalle boxeur provenienti dalla mitica Excelsior Marcianise ed ora al Gruppo Sportivo Fiamme Oro Angela Carini nei kg. 69 e Concetta Marchese nei 57 kg., quest’ultima con la sorella Giovanna nei 51 kg. battuta in finale di misura da Savchuk.

Ed ecco il riepilogo dei risultati. Nello Skeet iridato a meritarsi la piazza d’onore in una gara tiratissima è stato il carabiniere casertano Tammaro Cassando, alfiere del Gruppo Sportivo Falco di Capua, lo scorso anno medaglia di bronzo nella Coppa del Mondo di Guadalajara (Messico). Dopo aver chiuso le qualifiche con un perfetto 124/125, il nipote dell’olimpionico Ennio Falco si è meritato il dorsale migliore della finale disintegrando 12 piattelli nello spareggio necessario per l’attribuzione della posizione di partenza nella serie decisiva, regolando il francese Eric Delaunay ed il britannico Llewellin. Nella corsa alle medaglie l’azzurro è partito male, sbagliando un piattello della prima doppia coppia e prima di arrivare al sessantesimo lancio si è lasciato scappare altri due piattelli, totalizzando 57 punti. Un buon punteggio, purtroppo non sufficiente a tenere il passo con il ceco Tomas Nydrle, perfetto con 60/60 che gli ha permesso di eguagliare il Record del Mondo in finale. “Sono contento e amareggiato – ha confessato l’azzurro – Questo argento rappresenta la mia prima medaglia iridata, quindi non posso che gioire del risultato. Il dispiacere nasce dalla consapevolezza di avere nelle canne la possibilità di arrivare più in alto. All’inizio della finale ero teso ed il primo errore è stato causato proprio da questa sensazione. Poi ho ripreso il controllo e acquisito la giusta tranquillità per proseguire. Poteva andare meglio. La prossima volta sarà così. Intanto mi godo questo risultato che voglio condividere con l’Arma dei Carabinieri, con la Federazione e con i miei sponsor, ma soprattutto con la mia famiglia e con la mia ragazza”.

Nel canottaggio a Poznan in Polonia nelle finali di Coppa del Mondo, è arrivata la medaglia d’oro conquistata nel quattro di coppia pesi leggeri, composto dal casertano Alfonso Scalzone, della nota famiglia “sportiva” di Castelvolturno, Niels Torre, Catello Amarante e Gabriel Soares, che prima lasciano sfogare gli avversari e, nella seconda parte di gara, iniziano a condurre e sul finale infliggono all’Austria, seconda, e alla Cina, terza, più di tre secondi di distacco. E dopo aver vinto una settimana prima a Lucerna il campionato Europeo ed aver festeggiato con amici e familiari in una affollata grigliata al Lido Scalzone di Castelvolturno Alfonso ha già iniziato la preparazione in vista del Campionato del Mondo Assoluto di Linz (Austria), programmati dal 25 agosto al 1° settembre.

Le sorelle Marchese

Tre medaglie per il pugilato femminile, due d’oro e una d’argento, alla finale del Guanto D’Oro Femminile – Trofeo Colombi al PalaSport di Celano. Sul gradino più alto del podio le due portacolori del Gruppo Sportivo Fiamme Oro della Polizia di Stato, tutte provenienti dall’Excelsior Marcianise, Angela Carini che ha superato in finale Albini nei 59 kg. e Concetta Marchese che ha battuto Tessari nei 57 kg. A completare l’ottima performance delle marcianisane l’argento di Maddalena Marchese che nei 51 kg. è stata battuta da Savchuk.