Guardia di Finanza Caserta: pedinamenti e poi l’arresto. In carcere uno spacciatore di Rocchetta e Croce

I finanzieri già da alcuni giorni tenevano sotto controllo i movimenti di M.P., classe ’76, spacciatore noto alle Forze dell’Ordine residente in Rocchetta e Croce (CE), che da alcune segnalazioni sembrava aver ripreso intensamente l’attività illecita di spaccio.

Nella giornata di ieri le Fiamme Gialle, insospettite dal continuo andirivieni di autovetture presso l’abitazione del soggetto – già colpito da un provvedimento restrittivo della libertà personale a seguito di un precedente arresto per spaccio di sostanze stupefacenti – hanno così deciso di intervenire e di effettuare una perquisizione locale presso la sua dimora.

A rinforzo dei militari della Compagnia di Capua è quindi sopraggiunta anche una pattuglia dei Baschi Verdi di Aversa e due unità cinofile in forza alla stessa Compagnia Pronto Impiego che hanno ispezionato l’abitazione e le relative pertinenze, rinvenendo e sequestrando 52 grammi di cocaina purissima occultati all’interno della cappa aspiratrice ubicata in cucina nonché della marijuana essiccata riposta in un barattolo per alimenti.

A riprova della serialità dell’attività di spaccio, sono state trovate oltre 50 buste in cellophane per il confezionamento delle singole dosi, accanto ad una scatola di bicarbonato – generalmente usato come sostanza “da taglio” per lo stupefacente – ed una macchina per il sottovuoto.

Tenuto conto della gravità del quadro indiziario e della pericolosità del soggetto – desunta dai numerosi precedenti penali specifici – su disposizione dell’Autorità Giudiziaria lo stesso è stato tratto in arresto in flagranza di reato e recluso presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere.