Guerriglia tra tifoserie, arrestati 9 ultras per gli scontri tra Paganese e Casertana. Indagini lampo

SANCARLO50-700
ENJOY1
delpicar-t-toc
previous arrow
next arrow

C’è voluto poco ad intervenire nelle indagini degli scontri avvenuti a Pagani, in occasione della partita Paganese-Casertana giocata domenica 22 gennaio 2023, durante la quale è stato incendiato anche un pullman dei tifosi casertani ospiti.

Il ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi, aveva chiesto il pugno duro contro i responsabili degli scontri e la risposta delle forze dell’ordine è arrivata a stretto giro.

SanCarlo50

Arrestati 9 ultras per Rissa e devastazione, rispettivamente 7 tifosi della Paganese e 2 della Casertana, Nel corso degli scontri è stato ferito anche un Carabiniere.

Gli investigatori hanno identificato 9 presunti responsabili, rispettivamente 7 tifosi della Paganese e 2 della Casertana, alcuni dei quali già in passato colpiti da provvedimenti di DASPO, che sono stati arrestati in flagranza differita da personale dell’Arma dei Carabinieri e della Polizia di Stato.

Le indagini, coordinate dalla Procura di Nocera Inferiore – come racconta l’Ansa –  diretta dal procuratore Antonio Centore, hanno permesso di risalire ad alcuni dei tifosi che hanno partecipato agli scontri e che in un primo momento, avendo agito con il volto coperto da passamontagna, erano rimasti ignoti. Gli indagati sono accusati a vario titolo di possesso e lancio di oggetti contundenti e fumogeni, di resistenza a un pubblico ufficiale, rissa, devastazione.

Una vera guerriglia: lungo il percorso per raggiungere lo stadio comunale “Marcello Torre” i gruppi delle due tifoserie si sono picchiati a colpi di mazza e l’autobus dei tifosi della Casertana è stato dato alle fiamme. Durante gli scontri è stata anche danneggiata la facciata di una palazzina.

I nove tifosi, così come disposto dal PM di turno, sono agli arresti domiciliari, in attesa della fissazione dell’udienza di convalida dell’arresto.