Elena Porciani al Liceo Giannone di Caserta illustrerà racconti inediti degli anni Trenta di Elsa Morante

Elsa Morante
termotecnica-2023
termotecnica-2023
previous arrow
next arrow

Nell’Aula Magna del Liceo Classico “P. Giannone” di Caserta, il 16 maggio alle ore 15:00, si terrà il secondo incontro del ciclo di lezioni sul Novecento dal titolo “La «Letteratura» (Femminile e Singolare)”.

Questo ciclo di lezioni mira a sottolineare l’importanza della produzione letteraria delle giornaliste, scrittrici e poetesse nel “secolo breve”, ribadendo così la centralità che esse hanno avuto in Italia.

Il relatore di questo secondo incontro sarà Elena Porciani, professoressa associata di Letteratura italiana contemporanea presso il Dilbec dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”. La sua competenza e la sua passione per la materia renderanno la sua lezione un’esperienza coinvolgente ed istruttiva per tutti gli studenti presenti.

lapagliara
lapagliara
GPL-AUTO
previous arrow
next arrow

I principali interessi di ricerca di Elena Porciani sono l’opera di Elsa Morante, la rappresentazione della popular music nella letteratura contemporanea e le questioni letterarie di genere. Ha pubblicato saggi e monografie sulla rappresentazione letteraria dell’oralità e sulla presenza dell’autore nel testo. I suoi volumi più recenti sono Nostra sorella Antigone. Disambientazioni di genere nel Novecento e oltre (Villaggio Maori, 2016), Le donne nella letteratura della Resistenza (Villaggio Maori, 2016), Nel laboratorio della finzione. Modi narrativi e memoria poietica in Elsa Morante (Sapienza Università Editrice, 2019) e Il tesoro nascosto. Intorno ai testi inediti e ritrovati della giovane Morante, con sei storie e una poesia dell’autrice (Quodlibet 2023).

Nel corso della lezione, la professoressa Porciani discuterà con le alunne e gli alunni delle classi quinte, e anche con una rappresentanza delle classi terze, del liceo classico e scientifico, del suo ultimo lavoro scientifico, che offre per la prima volta una presentazione del ‘tesoro nascosto’ riemerso dall’Archivio Morante della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma dopo le ultime donazioni degli eredi. Ad esso si aggiunge il recupero di sei storie per l’infanzia e una filastrocca edite fra il 1932 e il 1935 e ripubblicate dalla Porciani. La pluralità di generi, modi e personaggi non impedisce di riconoscere come siano già all’opera le costanti dell’immaginario morantiano più noto: la compresenza di romance e novel, il fantastico psicologico, l’umorismo feroce, e poi temi quali l’adulterio, il culto dell’infanzia, il teatro, gli amori fatali e infelici, il materno, le famiglie spezzate, le passioni morbose.

Grazie a queste acquisizioni e riscoperte il corpus della giovane Elsa Morante conosciuto si trova a essere composto da più di centosettanta testi, fra racconti, favole, poesie, articoli e il romanzo a puntate Qualcuno bussa alla porta: una produzione ampia e sorprendente, fondamentale per comprendere nelle sue radici più profonde la parabola letteraria dell’autrice. La ‘preistoria’, per citare il termine utilizzato da Morante per indicare i suoi lavori più precoci, ormai si è fatta storia.

Questo ciclo di lezioni si conferma, quindi, un’occasione preziosa per approfondire la conoscenza della letteratura italiana del Novecento, mettendo in luce il contributo fondamentale delle donne scrittrici.

Grazie alla passione e alla competenza dei relatori, gli studenti del Liceo Classico “P. Giannone” di Caserta hanno l’opportunità di arricchire il proprio bagaglio culturale e di sviluppare una maggiore consapevolezza della centralità della produzione letteraria femminile nel panorama letterario italiano.