“Il processo storico per l’Unità, la libertà e i diritti”: interessante convegno con lo scrittore Ferdinando Ghidelli

Interessante convegno con lo scrittore Ferdinando Ghidelli
SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Tantissime persone e, soprattutto, un coinvolgente dibattito hanno caratterizzato il convegno dal titolo “Insieme nella Parola, Terra di Lavoro, terra di colonie, il cammino per l’Unita’ … a Caserta e dintorni ” come Pace” che si e’ svolto venerdi’ 5 aprile 2024 a partire dalle ore 18.30 presso la Sala ” C. Acutis” dell’Oratorio ” Circolo Laudato sì Madre Terra” presso la Parrocchia ” Nostra Signora di Lourdes” guidata da Don Antonello Giannotti.

“Il processo storico per l’Unita’, la liberta’ e i diritti”.: questa la tematica del convegno, che ha avuto come incipit l’analisi del saggio storico dello scrittore casertano Ferdinando Ghidelli, dal titolo ” L’UNITA’ D’ITALIA A CASERTA E DINTORNI” – GrausEdizioni- e al quale hanno partecipato cittadini, esponenti di numerose associazioni e studenti rappresentanti di vari istituti scolastici superiori.

Bruno-Cristillo-Fotografo
Bruno-Cristillo-Fotografo
Terrazza Leuciana
previous arrow
next arrow

L’evento rientra nel Percorso Annuale di Formazione Civica denominato ” Periferie al Centro per la Rinascita della Citta’”, coordinato dallo stesso Don Antonello Giannotti e che ha come Referente la Prof.ssa Matilde Pontillo, la quale, attraverso la lettura della Costituzione e dell’Agenda ONU 2030, si prefigge di elaborare azioni e proposte per contrastare la poverta’ educativa, sociale e culturale.

Al tavolo dei relatori l’autore Ferdinando Ghidelli e Francesco Silvestre, Referente Provinciale del Coordinamento per la Democrazia Costituzionale. A moderare i brillanti interventi una coinvolgente Matilde Pontillo che e’ riuscita, attraverso i due ospiti, a riannodare i fili della storia del Meridione d’Italia, dall’Unita’ del 1861 e dalle vicende casertane di quel periodo, descritte dallo stesso Ghidelli, fino alla recente legge sull’ Autonomia Differenziata passando per la legge Pica , per l’analisi del testo costituzionale sui principi di uguaglianza e di autonomia territoriale e per i fondamentali valori europei di democrazia partecipata.

Il processo storico per l'Unità, la libertà e i diritti

” Siamo molto soddisfatti del successo riportato dal Percorso di Formazione Civica – ha dichiarato Don Antonello Giannotti- Affinché possa realizzarsi una vera “rifioritura umana” occorre dotarsi di uno sguardo riflessivo aperto a nuovi orizzonti. Il nostro obiettivo è quello di stimolare la consapevolezza dei cittadini rispetto ad alcuni dei grandi temi sociali della nostra epoca, anche in riferimento al contesto europeo ed internazionale, stimolando un approccio critico e di cittadinanza attiva ai grandi processi in atto”.

” Abbiamo messo a punto un altro tassello del nostro Percorso di Formazione Civica- ha chiosato Matilde Pontillo- e, in questa occasione, abbiamo voluto analizzare, in profondita’, quali possono essere state le cause della poverta’ educativa, sociale e culturale della nostra terra. Ringrazio Ferdinando Ghidelli e Francesco Silvestre con i quali e’ stato possibile stabilire una autentica sinergia culturale”.

” Sono stato molto felice- ha continuato Ferdinando Ghidelli- di rivolgermi ad una platea gremita di giovani ai quali ,spesso, il nostro passato storico e’ sconosciuto. Ed altrettanto coinvolgente e’ stato per me interfacciarmi con gli studenti sulle problematiche legate all’autonomia differenziata ed ai principi costituzionali”.

” Riteniamo che la cittadinanza attiva si fondi soprattutto sul dialogo- ha concluso Francesco Silvestre- che non e’ assolutamente mancato. Un confronto sul principio di uguaglianza e su quello di solidarietà.Un confronto sui diritti che devono essere universali e non possono dipendere da dove si nasce o si vive”.