Imminente il restauro del Belvedere di San Leucio. L’annuncio del sindaco Marino al Lions Caserta Host

“Count down” per l’inizio (a giorni) del restauro conservativo del Belvedere di San Leucio. Lo ha annunziato il sindaco Carlo Marino in occasione della visita guidata del Lions Club Caserta Host, presieduto da Annamaria Sadutto, al monumentale complesso sviluppatosi introno al nucleo originario del Casino cinquecentesco costruito da Giulio Antonio Acquaviva, ultimo conte e primo principe di Caserta.

Si tratta di un obiettivo perseguito da tempo – ha affermato il Sindaco – esprimendo la più viva soddisfazione per l’imminente apertura del cantiere che concernerà interventi ad ampio raggio, dalle facciate agli infissi, per restituire all’antico “Palazzo Imperiale” lo smalto d’un tempo.

D’obbligo è stato il “passaggio” sullo Statuto di San Leucio voluto da Ferdinando IV di Borbone che – ha evidenziato Carlo Marino – anticipa i nostri tempi codificando, tra l’altro, la parità uomo-donna sul lavoro”.

Dopo la liturgia domenicale officiata da don Battista Marello nella mistica cornice della chiesa di San Ferdinando Re di Castiglia, i visitatori sono stati guidati da un gruppo di figuranti in costume.

Storia e pregevolezze del Belvedere – dal Museo all’antico impianto serico – sono state illustrate dalla “plaquétte” realizzata dal presidente della Società di Storia Patria di Terra di Lavoro Alberto Zaza d’Aulisio, Delegato per la Cultura dal Governatore del Distretto 108ya Franco Scarpino. Hanno presenziato il presidente di Circoscrizione Giuseppe Casapulla ed il segretario Domenico Petrillo, i past presidents Mario Scherillo, Raffaele Lino e Guelfo Pisapia.