In aumento i furti nelle case: in una notte cinque colpi a segno a Castel Morrone. Ecco come agiscono

Castel Morrone – Paura rabbia e allerta dopo notte fra martedì e mercoledì. Dalle 19:30 di martedì bande di ladri hanno iniziato a fare incursione in alcune abitazioni e continuato per ben cinque volte in abitazioni diverse fino a notte inoltrata.

Dalle prime testimonianze degli abitanti è emerso che i ladri hanno rubato oggetti di valore anche in un’abitazione nei pressi del Comune, forzando la porta di alcune stanze con accesso esterno nel momento in cui il proprietario era presente in un altro lato dell’abitazione.

Si sa che i ladri non hanno timore né della luce del sole né dei vicini di casa; spesso entrano nelle case senza fare il minimo rumore oppure si intrufolano nelle stanze mentre tutti stanno dormendo.

Questi episodi di criminalità sono in continuo aumento. Si tratta di ladri professionisti, per lo più dell’est Europa , che si allenano in vere e proprie palestre dello scasso per aprire il maggior numero di serrature nel minor tempo possibile. I rapinatori armati di chiavi passepartout sono in grado di riprodurre in pochi secondi qualunque serratura. In poco meno di un minuto possono recuperare la cifratura della chiave e riprodurla come se fossero i padroni di casa.

Molti malviventi usano tecniche così sofisticate e rapide da non destare il minimo sospetto. Il famoso “piede di porco” non viene usato più e anche la tecnica del trapano sottile, anche se non è scomparsa del tutto, è stata soppiantata da altri metodi più raffinati e silenziosi.

Nella maggioranza dei casi ormai i ladri aprono le porte senza scasso. Un sistema molto usato è quello della rottura del cilindro della serratura che divelgono con delle pinze spezzandolo e staccandolo. Le tecniche e gli strumenti che utilizzano i ladri sono in grado di disattivare tutti i tipi di chiave non lasciando nessuna traccia e non c’è porta blindata che sia sicura al 100%. Ecco perché entrare negli appartamenti oggi è molto facile. Le serrature a doppia mappa delle tipiche chiavi lunghe vengono aperte con chiavi false con denti mobili che si abbassano a seconda degli attriti che incontrano nella serratura, aprendo così nel giro di pochi secondi.

Tutto ciò lascia ovviamente disarmati e inermi. Come possiamo difenderci o prevenire furti in casa? Oltre ad allarmi, webcam, porte e cancelli blindati possono esserci dei piccoli accorgimenti: lasciare luci accese quando non si è in casa oppure avere dei cani può essere un deterrente. Evitare di condividere sui social network momenti di vacanza che indicano l’allontanamento dalla propria abitazione. Non mettere il nome e cognome sul citofono e sulla porta di casa. Non rilasciare a nessuno sconosciuto dati sensibili sulla propria abitazione. E soprattutto  se ci si ritrova a tu per tu con un ladro dentro casa , mai affrontarlo in modo diretto, piuttosto lasciargli una via di fuga.

I cittadini oltre al fai da te ed appellarsi alla fortuna vorrebbero sentirsi maggiormente difesi dalle autorità competenti.