Incendio dell’azienda Pro.Lab. di Marcianise, arrestati per estorsione aggravata i due responsabili

Questa mattina gli agenti di Polizia della Squadra Mobile di Caserta su provvedimento della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere hanno arrestato due uomini, Salvatore De Gennaro 36 anni di San Tammaro e Alfonso Schiavone 59 anni di Aversa, con l’accusa di estorsione aggravata.

I due si erano resi responsabili di minacce a scopo di estorsione ai danni dell’azienda Pro.Lab. di Marcianise: «Devi togliere le tue cose dall’azienda perché altrimenti bruciamo tutto e ti ammazziamo anche le bufale! E non credere che abbiamo paura di farlo!» avevano detto ai responsabili dell’azienda bufalina prima che un incendio divampasse nei capannoni e distruggesse centinaia di rotoloni di fieno e paglia, silos in vetroresina contenenti mangime per il bestiame e alcuni mezzi.

Le indagini sono partite dal sopralluogo sul posto da parte del Pubblico Ministero di turno il 31 agosto 2018, ovvero la sera dell’incendio. Le dichiarazioni di numerosi testimoni e persone informate dei fatti, tra cui i responsabili dell’azienda, hanno permesso agli inquirenti di arrivare velocemente ai nomi dei due fermati.

Schiavone e De Gennaro, insieme ad una terza persona, già alcune settimane prima dell’incendio avevano manifestato la pretesa di prendere in gestione l’azienda in quanto creditori dei titolari per alcune somme di denaro. Le minacce esplicite erano iniziate in seguito al rifiuto dei titolari della Pro.Lab. di ottemperare a tali richieste.