Incidente auto-moto a Sessa Aurunca, l’automobilista arrestato si difende. Ancora gravi le condizioni del giovane centauro

Immagine di repertorio

Sessa Aurunca, Pietravairano (Caserta) – Restano purtroppo gravi le condizioni di salute di M.G., il 25enne motociclista di Pietravairano che ha perso un braccio e lotta tra la vita e la morte in seguito al drammatico incidente avvenuto a Sessa Aurunca, non lontano dalla galleria di Cascano, nel pomeriggio di domenica. Il giovane è ricoverato all’ospedale di Caserta ed è stato sottoposto a un delicatissimo intervento chirurgico.

L’uomo alla guida della Lancia Ypsilon che è accusato di aver provocato l’incidente frontale, a quanto pare invadendo la corsia opposta nel tentativo di superare la lunga fila di auto, è un 44enne residente a Minturno con diversi precedenti. Dopo l’impatto ha lasciato la sua auto a bordo strada e si è allontanato a piedi, incurante della moto in fiamme e del fatto che il giovane fosse sdraiato a terra immobile. E’ stato poi individuato e arrestato nella notte dalle forze dell’ordine. Sottoposto agli esami del caso, è risultato positivo all’alcol test dal momento che nel suo sangue c’era una quantità di alcol superiore a quella consentita dalla legge: l’uomo inoltre era senza patente.

Il pirata della strada si è difeso affermando di non avere alcuna responsabilità nella dinamica del tragico incidente che potrebbe spezzare a soli 25 anni la vita di un ragazzo: l’autorità giudiziaria ovviamente non ha dato credito a questa versione e l’automobilista è stato trasferito nel carcere di Santa Maria Capua Vetere, dove è attualmente detenuto in attesa di essere interrogato, presumibilmente nei prossimi giorni, dal gip.