Incidente sul lavoro a Marcianise. UGL: “Siamo sconvolti per un’altra vita spezzata sul luogo di lavoro”

SANCARLO50-700
mywell
previous arrow
next arrow

Nota congiunta di Paolo Capone Segretario Generale dell’UGL, e Vincenzo Abbrescia, Segretario Regionale UGL Campania.

“In merito all’incidente in cui ha perso la vita un operaio all’interno di uno dei capannoni del gruppo Comet Sud a Marcanise, in provincia di Caserta, siamo sgomenti e sconvolti per un’altra vita spezzata sul luogo di lavoro”.

amica
glp-auto-336x280
lisandro
SanCarlo50

“Un altro tragico incidente sul lavoro questa notte ha provocato la morte di un operaio di 51 anni. Un’altra vita spezzata sul luogo di lavoro per un infortunio che ci lascia sgomenti e sconvolti.

È impensabile uscire di casa per recarsi a lavoro e non fare più ritorno. Nelle ultime 24 ore sono stati 3 gli infortuni che hanno portato alla morte di altrettanti operai.

Come ribadito dal Presidente della Repubblica gli incidenti sul lavoro sono un oltraggio alla convivenza civile. Non è possibile assistere impotenti di fronte a queste morti o, peggio, parlare di fatalità.

Come Sindacato UGL continueremo le iniziative di mobilitazione per denunciare l’inaccettabile strage di lavoratori in corso. Occorre intensificare il lavoro avviato fra istituzioni, parti sociali e datoriali per rafforzare gli investimenti sulla sicurezza, contrastare il caporalato e il lavoro nero, potenziare il coordinamento delle banche dati e degli organi di vigilanza.

È necessario, al contempo, puntare sulla formazione e su un addestramento adeguato a cominciare dalle scuole secondarie per creare una vera e propria cultura della sicurezza sul lavoro”.