Indimenticabile performance di Tullio Pizzorno and friends al Piccolo Teatro Cts di Caserta

SANCARLO50-700
glp-auto-700x150
previous arrow
next arrow

Giovedì sera, presso il suggestivo Piccolo Teatro CTS di Angelo Bove, situato a Caserta, si è tenuto uno spettacolo indimenticabile intitolato “Autore che canta“, ad opera del talentuoso artista casertano Tullio Pizzorno e la sua band.

Tullio, celebre chitarrista e autore di numerosi testi per grandi artisti come Mina e Alberto Radius, è stato giustamente definito il “l’autore che canta” dal suo Maestro Lilli Greco, in quanto è colui che si occupa dei testi, delle melodie e degli arrangiamenti.

Terrazza Leuciana
Terrazza Leuciana
previous arrow
next arrow

Accompagnato da un eccezionale ensemble composto da Gino d’Ignazio al sax e al flauto traverso, Enzo Faraldo al basso, Aldo Fucile alla batteria e Andrea Giuntini alle tastiere, Tullio Pizzorno ha saputo coinvolgere completamente il caloroso pubblico presente, guidandolo attraverso i coinvolgenti ritmi funk e jazz, con pause decise e spesso sospese, senza però trascurare le dolci e pacate melodie di brani più introspettivi.

La serata è stata aperta da un trio di talentuosi amici chitarristi, che hanno regalato al pubblico esecuzioni straordinarie, tra cui spicca il brano “I love you more”.

Il trio, denominato con l’acronimo MID, compposto dai cognomi dei musicisti (Marotta, Imparato, Discanno) che hanno affrontato con maestria le prime canzoni, creando una perfetta sinergia polifonica a tre voci. Le esecuzioni con le tre chitarre hanno stupito per la loro straordinaria performance.

MID

Le proposte musicali dell’artista contengono autentiche gemme tratte dal suo vasto repertorio. “Piove che sembra novembre”, “Conosco l’assassina”, “Il padrone del pianoforte”, “Musica per lei” (che il gruppo ha eseguito anche in bis), “Back to basics”, “Di vista” – ognuna di queste canzoni dialoga con l’ascoltatore in modo unico, regalando sempre nuove emozioni.

Gli assoli notevoli hanno dimostrato la bravura di ogni musicista, la loro sintonia, la passione per la musica e una grande amicizia.

La straordinaria originalità dei testi e delle melodie di Tullio Pizzorno è ormai conosciuta da tutti, catturando sempre la mente e l’orecchio di chi ascolta, in qualsiasi contesto.

La serata appena trascorsa ha lasciato un’incredibile traccia di un evento inserito in un percorso artistico in continua evoluzione.