Ineos Grenadier, il vero fuoristrada in vendita presso la Concessionaria Amica – Gruppo Palmesano

glp-auto-700x150
SANCARLO50-700
mywell
previous arrow
next arrow

Stavolta la premessa è d’obbligo: la Ineos Grenadier non è un Suv alla moda ma un fuoristrada duro e puro. Il mercato mondiale sempre più orientato verso modelli come Suv e crossover, paradossalmente, ha fatto gradualmente sparire dai listini le automobili dotate di reali capacità fuoristradistiche. La Ineos Grenadier nasce con il preciso intento di riempire tale vuoto.

La concessionaria Amica – Gruppo Palmesano è stata selezionata tra le sole 10 concessionarie in tutta Italia ed è l’unica in Campania per la vendita e l’assistenza della Ineos Grenadier. La vettura è visibile nello showroom di Caserta in Viale Carlo III, 20.

lapagliara
sancarlolab-336-280
previous arrow
next arrow

Una vettura tanto unica come la Ineos Grenadier non poteva che nascere dalla mente di un uomo altrettanto unico: Sir Jim Ratcliffe, imprenditore britannico considerato l’uomo più ricco del Regno Unito, con un patrimonio nel 2023 stimato da Forbes in 22,9 miliardi di dollari. Ratcliffe è fondatore, presidente ed amministratore delegato di Ineos, colosso industriale nel settore della chimica già conosciuto dagli appassionati di motori per essere da anni sponsor della squadra di Formula 1 Mercedes AMG Petronas.

Appreso dell’uscita di produzione della mitica serie originale della Land Rover Defender, Sir Ratcliffe si è ispirato a quest’ultima per concepire l’auto dei suoi sogni. Si narra che l’idea ed il primo schizzo della macchina siano nati davanti ad una birra in un pub inglese chiamato Grenadier, da qui il nome del modello di serie.

È noto che Jim Ratcliffe sia un appassionato di attività all’aria aperta quali la pesca e, per questo, abbia sempre guidato fuoristrada veri. La Grenadier non nasce soltanto per chi, come Ratcliffe, si muove in montagna o in campagna per attività ludiche ma anche per applicazioni professionali: il fuoristrada Ineos è pensato per i proprietari terrieri, per gli imprenditori del settore agricolo ed anche per tutte le attività estreme come quelle delle organizzazioni non governative che operano alle periferie del pianeta e per i reparti speciali delle Forze dell’Ordine di tutto il mondo.

Ma come può un costruttore appena nato garantire la qualità di un prodotto tanto ambizioso? La componentistica dell’auto e tutta di prim’ordine: il cambio automatico è della tedesca ZF, i motori sono BMW, i sedili sono realizzati appositamente dalla Recaro, gli assali sono forniti dall’italiana Carraro, azienda specializzata in mezzi agricoli. La prototipazione è stata affidata all’austriaca Magna Steyr, che ha costruito 130 muletti con i quali ha compiuto oltre 2 milioni di chilometri di collaudi tra il deserto del Sahara e le nevi della Lapponia.

La fabbrica in cui è assemblata la Grenadier è quella di Hambach, stabilimento situato in Francia al confine con la Germania in cui venivano assemblate le Smart dal 1998. Con un investimento di oltre mezzo miliardo di euro, Ineos ha acquistato la fabbrica da Mercedes-Benz e l’ha aggiornata con robot e strumenti di ultima generazione.

Secondo la rivista Quattroruote, che ha eseguito i test strumentali, la Ineos Grenadier è attualmente l’auto in vendita più efficace sui percorsi off road. La recensione completa è sul fascicolo di gennaio 2024, il video della prova comparativa è visibile su Youtube.

La scheda tecnica racconta le scelte progettuali senza compromessi: il telaio è a longheroni con la scocca separata, entrambi in acciaio; avantreno e retrotreno sono entrambi ad assale rigido con barra stabilizzatrice, ammortizzatori idraulici e molle elicoidali; il cambio è automatico a 8 rapporti e non manca il riduttore; La trazione è integrale permanente con i 3 differenziali (anteriore, centrale, posteriore) bloccabili.

Le dimensioni sono: lunghezza 490 cm, larghezza 193 cm, altezza 204 cm. La vettura pesa 2736 kg e può rimorchiare fino a 3500 kg, nessun problema anche per chi ha la barca. Il serbatoio contiene 90 litri di carburante. Il gancio di traino può sopportare 350 kg di peso in verticale.

L’altezza da terra è di 264 mm, molte Suv non arrivano a 20 centimetri. Gli angoli caratteristici sono: 36 gradi l’angolo di attacco, 28 l’angolo di dosso e 36 gradi l’angolo di uscita. La vettura può superare pendenze del 100%.

I motori sono entrambi BMW a 6 cilindri in linea, turbo ed offerti allo stesso prezzo: quello a benzina eroga un massimo di 286 cavalli di potenza e 450 Nm di coppia, il diesel eroga 249 CV 550 Nm di coppia. In entrambi i casi, la vettura accelera da 0 a 100 km/h in meno di 10 secondi ma la velocità massima e limitata elettronicamente a 160 km/h.

Nella Grenadier l’elettronica è ridotta al minimo indispensabile per massimizzare l’affidabilità e la facilità di manutenzione, doti fondamentali per le vere fuoristrada. Non mancano, comunque, la connessione agli smartphone, i gruppi ottici a led e tutti i più recenti dispositivi per la sicurezza come gli Adas.

Vista dal vivo la Ineos Grenadier è una vettura a dir poco imponente e di grande fascino, con le sue forme spigolose e dettate unicamente dalla funzione. L’ispirazione alla vecchia Land Rover Defender è evidente ma la vettura anglo-tedesca non risulta vintage nello stile ed ha una propria spiccata personalità.

L’abitacolo è ancora più spettacolare dell’esterno. Già salire in macchina è una piccola avventura, data l’altezza del pavimento. La sensazione, una volta entrati, è quella di ritrovarsi dentro un film d’azione. Tutto è pensato per essere massimamente robusto e funzionale piuttosto che alla moda, qui non servono le luci d’ambiente colorate e le plastiche morbide. La disposizione dei comandi è ispirata ai cockpit degli aerei, con pulsanti anche sul cielo dell’abitacolo. Nella plancia non mancano strumenti come bussola, altimetro, rilevazione degli angoli di rollio e beccheggio e tanti altri dati utili nella guida lontano dall’asfalto. Grazie alle 5 valvole di scarico sul pavimento ed ai punti critici protetti da acqua e povere, gli interni sono lavabili e pronti ad essere usati senza remore anche in condizioni estreme. Tutti i pulsanti possono essere azionati anche indossando i guanti da neve, per precisa indicazione di Jim Ratcliffe.

I prezzi partono da 85.000 euro per la Ineos Grenadier in configurazione Station Wagon nelle due versioni Fieldmaster, quella più elegante, e Trialmaster, quella più specialistica. Oltre allaStation Wagon, la Ineos Grenadier è ordinabile in due configurazioni con omologazione N1: la Utility Wagon, autocarro chiuso a 2 e 5 posti con prezzi a partire da 75.000 euro e la Quartermaster, pick up a doppia cabina a partire da 74.000 euro circa. Lunghissima è la lista degli accessori originali Ineos per adattare la propria Grenadier alle esigenze più disparate: portapacchi di ogni genere, verricello elettrico, fari aggiuntivi, persino una tenda da campeggio. Tra optional ed accessori, il prezzo della vettura può avvicinarsi anche ai 100.000 euro.

Certe automobili hanno un grande fascino per le potenzialità conferite dalle loro peculiarità meccaniche, come le sofisticate e potenti supercar che possono superare di slancio i 300 km/h. Potenzialità che spesso rimangono inespresse, sia perché non sono certo indispensabili nella vita quotidiana, sia per i limiti delle capacità di guida del proprietario. La Ineos Grenadier, con le sue capacità in off road fuori dal comune, è sicuramente una di queste macchine. Necessaria ed insostituibile per una nicchia di clienti, unica ed affascinante per tutti gli altri.

Per maggiori informazioni: https://ineosauto.it.