“Insieme per far crescere il territorio”: alla Coca-Cola HBC Italia l’assemblea di Confindustria Caserta

Gianluigi Traettino
SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Marenghi (Vicepresidente Confindustria): “Collaboriamo tutti per un 2024 di crescita”.
Schiavone (Presidente Confindustria Caserta): “Ognuno faccia la propria parte per lo sviluppo”.
Pierini (Direttore Corporate Affairs & Sostenibilità di Coca-Cola HBC Italia): “Bisogna dare alle aziende la possibilità di innovare, crescere e collaborare”.

Condividere e affrontare insieme le sfide del futuro per garantire lo sviluppo del territorio. Questo il messaggio che arriva dall’Assemblea pubblica di Confindustria Caserta, svoltasi oggi presso la sede della Coca-Cola-HBC Italia di Marcianise. Per il secondo anno consecutivo i vertici provinciali degli imprenditori hanno inteso svolgere il momento associativo più importante dell’anno all’interno di un’azienda, per testimoniare la vicinanza e l’attenzione alle reali esigenze degli associati.

glp-auto-336x280
lisandro

Il titolo scelto per l’Assemblea è stato “Insieme – Per far crescere il territorio”: per sottolineare quanto la coesione e la condivisione di obiettivi da parte di tutti gli attori più importanti che operano sul territorio sia fondamentale per dar vita ad un reale processo di sviluppo e di crescita.

I lavori dell’Assemblea sono stati moderati dalla giornalista di “Sky Tg24”, Ketty Riga, e hanno visto il saluto del Presidente di Confindustria Campania, Luigi Traettino. A seguire, c’è stata la relazione del Presidente di Confindustria Caserta, Beniamino Schiavone, che ha elencato le priorità per innescare un virtuoso processo di crescita sul territorio: “La nostra è una terra ricca di eccellenze e di opportunità – ha spiegato – che ha però la necessità di interventi importanti che rendano il territorio più attrattivo e aperto a nuovi investimenti.

In questo senso, c’è l’urgente necessità di potenziare le aree industriali per accrescere la competitività e per dare una spinta fondamentale al nostro comparto produttivo. È fondamentale, anche grazie alle risorse del Pnrr, investire su un sistema moderno di infrastrutture e mettere in condizione le aziende di poter operare al meglio. Tuttavia, la priorità assoluta per l’intero Paese, la precondizione essenziale per ogni progetto di sviluppo, è la realizzazione di una riforma epocale della pubblica amministrazione, in modo da liberare l’Italia dal fardello della burocrazia, il vero grande nemico di ogni processo di crescita”.

Il numero uno degli industriali casertani, poi, ha sottolineato l’importanza della coesione tra tutti gli attori sociali del territorio per realizzare un reale percorso di sviluppo: “Abbiamo scelto la parola ‘insieme’ – ha aggiunto Schiavone – come titolo della nostra Assemblea, in quanto crediamo fortemente che questo sia un momento decisivo, la vera grande occasione di sviluppo per la nostra provincia. Pertanto, solo con il contributo di tutti gli attori sociali, istituzionali ed economici del territorio, solo programmando e condividendo progettualità fondamentali, possiamo vincere la sfida del futuro”.

“Coca-Cola HBC Italia – ha dichiarato nel corso del suo intervento Giangiacomo Pierini, Direttore Corporate Affairs & Sostenibilità di Coca-Cola HBC Italia – è orgogliosa di ospitare l’assemblea pubblica di Confindustria Caserta presso lo stabilimento di Marcianise, la nostra fabbrica più grande nel Sud Italia, capace di produrre fino a 200 milioni di litri di bevande all’anno e a cui fanno capo oltre 300 colleghi, tra produzione e forza vendita.

Questa assemblea è un’occasione per ribadire quanto sia importante dare alle aziende del territorio la possibilità di innovare, crescere e collaborare – tra loro e con le Istituzioni – per contribuire allo sviluppo sociale ed economico di questa comunità ed essere sempre più sostenibili, evitando però quelle tassazioni che invece bloccano ogni possibilità di sviluppo.

Secondo uno studio realizzato da SDA Bocconi School of Management (2021), Coca-Cola genera in Campania 31 milioni di euro di risorse e crea oltre 1.200 posti di lavoro, indotto incluso, oltre a dare un sostegno concreto a diverse realtà e Organizzazioni Non Governative sul territorio”.

Successivamente i docenti del Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, Riccardo Macchioni e Clelia Fiondella, hanno presentato il Bilancio di sostenibilità di Confindustria Caserta.

Un’importante novità, che descriverà in maniera analitica non solo le performance delle aziende casertane sotto il profilo economico e della governance, ma anche i progressi compiuti dal punto di vista ambientale e sociale.

A seguire c’è stato lo speech di Oscar Farinetti, che ha affrontato le tematiche legate all’attualità e alle prospettive future di sviluppo del Mezzogiorno d’Italia e dell’intero Paese. Il successivo intervento è stato quello del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

Le conclusioni dei lavori sono state affidate al Vicepresidente Nazionale di Confindustria con delega all’Organizzazione, allo Sviluppo e al Marketing, Alberto Marenghi: “Fatto in Italia – ha dichiarato – è sempre più sinonimo di fare bene all’Italia: un approccio dove l’attenzione ai prodotti che mettiamo sul mercato va di pari passo a quella per l’ambiente e le persone attorno a noi.

Responsabilità sociale d’impresa non è un’etichetta: è tale se si traduce in azioni concrete, e richiede una nuova classe dirigente consapevole. Significa anche spostare l’ago della bussola: convogliare le risorse dove servono e dove possono generare ricchezza, con coraggio ed equilibrio. Il tema dell’impatto delle imprese sui territori scelto per l’Assemblea di oggi è centrale, e porta con sé concetti e azioni importanti sulla sostenibilità, nelle sue tre dimensioni prioritarie: ambientale, sociale ed economica.

Se puntiamo a uno sviluppo sostenibile e a un 2024 che superi le previsioni dobbiamo tutti collaborare: agire INSIEME è il nostro invito al Governo e alle parti sociali”.