Integratori sportivi: il giusto approccio per un corretto utilizzo

Integratori sportivi, il giusto approccio per un corretto utilizzo

Chi svolge una regolare attività sportiva è solito integrare la propria dieta con specifiche supplementazioni nutrizionali per migliorare le performance atletiche e potenziare la massa muscolare. Con questo vademecum vogliamo fornire alcuni consigli pratici a chi si approccia per la prima volta al mondo degli integratori sportivi.

Negli ultimi tempi gli integratori alimentari, soprattutto quelli “energetici”, stanno vivendo un periodo di forte espansione sia nel mercato italiano sia in quello internazionale. Ciò è dovuto alla sempre crescente quantità di atleti e sportivi convinti che le sostanze contenute in questi supplementi aiutino a migliorare lo stato di salute psicofisico e le performance atletiche.

Sebbene i macronutrienti alla base della loro composizione siano già presenti negli alimenti, molte persone vi fanno ricorso per compensare una dieta poco equilibrata e carente dei nutrienti indispensabili al corretto funzionamento dei vari distretti corporei. In effetti, rispetto agli apporti alimentari, questi integratori rappresentano una fonte concentrata di sostanze nutritive – aminoacidi, vitamine, acidi grassi e sali minerali – capace di soddisfare il fabbisogno calorico ed energetico dell’organismo.

Dal momento, però, che sulle supplementazioni sportive è stato scritto e detto di tutto, ai fini di un corretto approccio è importante saper distinguere le notizie vere da quelle false per avvicinarsi a questo settore in modo consapevole e responsabile. Oggi proveremo, quindi, a fare un po’ di chiarezza sull’argomento esaminando i benefici e le potenziali controindicazioni di questi prodotti, e se volete rimanere aggiornati sulle ultime novità relative al mondo del fitness date un’occhiata al sito https://sportivoeinforma.it per scoprire un bel po’ di cose interessanti.

A cosa servono gli integratori sportivi

Prima di affrontare la questione nel dettaglio è necessario fare una premessa: nessun integratore, per quanto completo e di buona qualità, potrà mai sostituire un regime alimentare equilibrato e uno stile di vita più sano e attivo.

Nonostante la commercializzazione dei supplementi sportivi sia regolamentata da leggi nazionali e regolamenti europei, a differenza dei comuni farmaci possono essere acquistati senza alcun obbligo di prescrizione medica. Sebbene si tratti di prodotti da banco soggetti a libera vendita nelle farmacie e nei negozi specializzati – sia fisici sia online – è sempre consigliabile consultare il proprio medico o uno specialista prima di iniziare l’integrazione per essere certi di non incorrere in spiacevoli complicazioni o effetti collaterali.

Inoltre, non è detto che la loro assunzione sia sempre utile, anzi ci sono casi in cui il ricorso a una specifica integrazione alimentare si rivela addirittura superflua, oltre che controproducente. Questo perché la maggior parte degli integratori utilizzati in ambito sportivo è formulata con sostanze già normalmente contenute negli alimenti, differendo dagli apporti alimentari solo in termini di dosaggio.

Pertanto, il loro utilizzo può considerarsi vantaggioso sono se destinato a integrare la propria dieta per fornire all’organismo un equilibrato apporto di tutte quelle sostanze nutritive indispensabili al corretto svolgimento dei suoi naturali processi metabolici.

Cosa contengono

A seconda dei casi, gli integratori sportivi si propongono di potenziare la massa muscolare, fornendo al corpo l’energia necessaria alla prestazione fisica. Alcuni macronutrienti ingeriti attraverso questi supplementi aiutano anche a migliorare il recupero fisico favorendo la riparazione dei tessuti muscolari danneggiati da uno sforzo atletico intenso, oltre a promuovere la perdita di peso in associazione a una dieta dimagrante mirata.

Le sostanze responsabili di questi benefici sono diverse e vengono, in genere, associate ad antiossidanti e nutrienti protettivi. Le proteine del siero del latte, per esempio, riducono l’ipertrofia muscolo-scheletrica grazie all’elevato contenuto di leucina, mentre la caseina garantisce un equilibrato apporto di proteine che si rivela utile contro lo stress ossidativo e l’indolenzimento muscolare.

Oltre alle vitamine e ai sali minerali, nella composizione di questi integratori sono presenti anche gli amminoacidi essenziali e ramificati, come la carnitina, l’arginina e la cisteina, che trovano grande applicazione in ambito sportivo perché coinvolti sia nella protezione dei muscoli durante gli allenamenti intensi sia nella ricostruzione dei tessuti nelle successive fasi di recupero.

Infine gli estratti vegetali, tra cui il ginseng, la curcuma, lo zenzero e la caffeina, contribuiscono a rafforzare il sistema nervoso e cardiocircolatorio per massimizzare la resistenza durante il training in modo da potersi allenare meglio e con maggior profitto.

Gli effetti collaterali

Sebbene la maggior parte delle sostanze contenute nelle supplementazioni sportive sia ben tollerata dall’organismo, non si può comunque escludere l’insorgenza di effetti collaterali o eventuali reazioni allergiche nei soggetti sensibili. In genere, le controindicazioni riscontrate possono dipendere da diversi fattori, come la tipologia di integratore assunto, gli ingredienti presenti nella sua formulazione, il dosaggio, la presenza di disturbi e patologie pregresse e la frequenza di utilizzo.

Pertanto, prima di ricorrere all’integrazione è buona norma leggere attentamente il foglietto illustrativo e consultare il proprio medico per escludere l’insorgenza di potenziali reazioni avverse che potrebbero mettere a repentaglio la salute e il benessere generale dell’organismo.