Intercultura, la sezione di Sessa Aurunca lancia la volta finale per studiare all’estero

Ultimi giorni per iscriversi al concorso di Intercultura e vivere un’esperienza di studio all’estero nel prossimo anno scolastico. Per gli studenti delle scuole superiori il giorno da cerchiare in rosso sul calendario è quello dell’11 gennaio 2021, giornata in cui si chiuderanno le iscrizioni.

I programmi scolastici permettono di frequentare all’estero un periodo che va da due mesi fino all’intero anno scolastico, in oltre 60 Paesi del mondo. Per partecipare, occorre essere studenti nati tra il 1 luglio 2003 e il 31 agosto 2006.

L’iscrizione non è vincolante e consente di iniziare ad effettuare il colloquio ed il test necessari per partecipare. Tutti i dettagli per iscriversi sono presenti alla pagina: www.intercultura.it/come-partecipare

Ai programmi si partecipa versando una quota di partecipazione oppure, se si è in possesso dei requisiti necessari, concorrendo per le ultime borse di studio disponibili.

  • moltissime opportunità sono offerte dal bando ITACA di INPS,  che mette a disposizione 1.500 borse di studio per programmi annuali, semestrali e trimestrali rivolte a figli dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione iscritti al Fondo della Gestione Unitaria delle Prestazioni Creditizie e Sociali. www.intercultura.it/itaca
  • i figli di dipendenti del Gruppo HERA a tempo indeterminato che possono concorrere per vincere una delle 13 borse di studio messe a disposizione tra programmi annuali, trimestrali ed estivi. www.intercultura.it/gruppo-hera;
  • i giovani studenti meritevoli, a basso reddito, iscritti in una scuola secondaria di II grado in Italia e residenti nei Comuni dove sono presenti gli impianti idroelettrici di GRUPPO EDISON IMPIANTI possono concorrere per vincere una delle 5 borse di studio totali della durata di un anno, un semestre o un trimestre scolastici. www.intercultura.it/gruppo-edison-impianti.

Intercultura ha organizzato per MARTEDÌ 5 GENNAIO DALLE 18.00 un incontro informativo online rivolto a studenti e genitori. I volontari dell’Associazione spiegheranno passo per passo come iscriversi ai programmi all’estero e come richiedere le borse di studio ITACA.

Quattro ragazzi attualmente all’estero si collegheranno per raccontare la propria esperienza e attraverso i loro aneddoti daranno l’opportunità ai volontari di spiegare i benefici dell’esperienza Intercultura e gli obiettivi educativi dei programmi. Per registrarsi: www.intercultura.it/presentazioni-online.

Per tutti l’iscrizione non è vincolante e non richiede di specificare subito il Paese dove si intende trascorrere il proprio periodo di studio all’estero. 

Intercultura offre l’opportunità di vivere e studiare in 60 destinazioni di tutti e 5 i continenti, dal Nord America all’Europa, fino all’Asia (soprattutto la Cina), l’America Latina e anche l’Africa. Tra le novità di quest’anno spiccano l’anno scolastico in Grecia e il trimestre e l’anno scolastico nel Regno Unito. 

Gli adolescenti interessati a partecipare ai programmi all’estero offerti da Intercultura possono contare sull’esperienza e la solidità di chi organizza scambi in tutto il mondo da oltre 65 anni, offrendo sostegno e assistenza a famiglie e studenti anche nella gestione delle situazioni più impreviste prima, durante e dopo il soggiorno all’estero

Il progetto educativo che Intercultura propone ai ragazzi mira a far vivere un’esperienza di profonda crescita individuale dove lo studente non si limiterà a imparare una lingua straniera, ma grazie al percorso proposto dai volontari dell’Associazione prima, durante e dopo il soggiorno all’estero sviluppare anche competenze fondamentali per il proprio futuro.

Intercultura attesta tutto il percorso seguito dallo studente con una certificazione da presentare a scuola. 5.000 volontari dell’Associazione seguono passo passo l’esperienza dei ragazzi e delle loro famiglie, aiutandoli a prepararsi all’esperienza e assistendoli durante il soggiorno all’estero e al rientro in Italia. 

Ragazzi e famiglie interessate possono contattare Isabella Saccomanno, responsabile dei programmi all’estero per l’area di Sessa Aurunca: 327 559 9401

L’Associazione Intercultura Onlus (www.intercultura.it)

Martedì 5 gennaio h. 18.00:  incontro informativo online per genitori e studenti 

per ricevere tutte le informazioni (per registrarsi: www.intercultura.it/presentazioni-online)

11 gennaio: chiusura iscrizioni per i programmi scolastici 

(usufruendo della borsa INPS o senza richiesta di borsa di studio)

Intercultura è un’Associazione di volontariato senza scopo di lucro, fondata in Italia nel 1955, eretta in Ente Morale posto sotto la tutela del Ministero degli Affari Esteri e riconosciuta con decreto dal Presidente della Repubblica (DPR n. 578/1985). L’Associazione è gestita e amministrata da migliaia di volontari, che hanno scelto di operare nel settore educativo e scolastico, per sensibilizzarlo alla dimensione internazionale. È presente in 161 città italiane ed in 65 Paesi di tutti i continenti, attraverso la sua affiliazione all’AFS ed all’EFIL. Ha statuto consultivo all’UNESCO e al Consiglio d’Europa e collabora ad alcuni progetti dell’Unione Europea. Ha rapporti con i nostri Ministeri degli Esteri e dell’Istruzione, Università e Ricerca. A Intercultura sono stati assegnati il Premio della Cultura della Presidenza del Consiglio e il Premio della Solidarietà della Fondazione Italiana per il Volontariato per l’attività in favore della pace e della conoscenza fra i popoli. L’Associazione promuove, organizza e finanzia scambi ed esperienze interculturali, inviando ogni anno centinaia di ragazzi delle scuole secondarie a vivere e studiare all’estero ed accogliendo nel nostro paese altrettanti giovani di ogni nazione che scelgono di arricchirsi culturalmente trascorrendo un periodo di vita nelle nostre famiglie e nelle nostre scuole. Inoltre Intercultura organizza seminari, conferenze, corsi di formazione e di aggiornamento per Presidi, insegnanti, volontari della propria e di altre associazioni, sugli scambi culturali. Tutto questo per favorire l’incontro e il dialogo tra persone di tradizioni culturali diverse ed aiutarle a comprendersi e a collaborare in modo costruttivo.