Irruzione al Pronto Soccorso di Caserta, di nuovo nei guai Paolo Sforza il “tuffatore” della Reggia

Questa volta non sarebbe stato intenzionale, vale a dire preparato per una “boutade“, eppure ancora una volta Paolo Sforza, il broker casertano ormai noto per i suoi tuffi abusivi alla Reggia di Caserta è nuovamente attenzionato dai Carabinieri.

Questa notte, praticamente poche ore dopo la trasmissione “Le Iene”, in cui era stato intervistato proprio per la sua bravata, presso il Pronto Soccorso dell’ Ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta, il 37enne che aveva accompagnato la mamma per un malore, ha praticamente creato il caos, minacciando gli infermieri presenti e colpendo e lanciando per aria sedie ed altri oggetti.

La furia di Sforza, pare sia esplosa per la poca solerzia, secondo lui, degli operatori sanitari e per il ritardo con cui sarebbe giunta sul posto l’ autoambulanza chiamata in via Serao, a Caserta, che ha poi prelevato la madre.

Il video dell’aggressione è ora al vaglio degli inquirenti e si sta cercando di capire quali effettivamente i termini della questione, se si sia trattata di una vera e propria aggressione, di uno scoppio d’ira momentaneo o dell’ennesima trovata per creare attenzione mediatica.

Loading...